giovedí, 11 febbraio 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

aziende    vela olimpica    roma per 1/2/tutti    altura    extreme 40    j24    tre golfi    nautica    guardia costiera    regate    vela a vela    meteo    primo cup    premi    vele d'epoca    libri    mini 6.50   

EXTREME 40

Extreme 40: Qingdao si prepara a ospitare la flotta

extreme 40 qingdao si prepara ospitare la flotta
Redazione

Vela, Extreme Sailing Series - La battaglia è vicina ora che la flotta ha raggiunto Qingdao per l’Act 2 “Lo scorso anno ho approcciato l’Act 2 di Qingdao in modo troppo conservativo. Quest’anno sarà diverso.“ Pierre Pennec, skipper di Groupe Edmond de Rothschild
Molti equipaggi cambiano velisti in occasione dell’Act 2. A regatare, infatti, ci saranno 2 veliste donne inclusa Xiaqun Song l’atleta olimpionica cinese residente a Qingdao
Vinci la giacca ufficiale delle Extreme Sailing Series™ disegnata in esclusiva da Marinepool – in palio una versione da donna e una da uomo.
Watersports World, il più grande programma televisivo dedicato agli sport acquatici, trasmetterà i momenti migliori dell’Act 1 di Muscat su Sky Sport a partire dal 18 aprile.
L’Act 2 delle Extreme Sailing Series™ si sta avvicinando rapidamente quando manca meno di una settimana prima che l’iconica città di Qingdao ospiti i nove team internazionali in gara. La flotta si sfiderà per il secondo anno dal 17 al 20 aprile, nelle acque della città che ha ospitato i Giochi Olimpici nel 2008, una località che si presta perfettamente alle regate ‘stile stadio’.
I due team dell’Oman, Oman Air e The Wave Muscat, partono in vantaggio. I due team infatti hanno concluso la prima tappa rispettivamente al primo e al secondo posto nelle acque di casa, in occasione della regata di apertura delle Series. Morgan Larson e gli uomini di Oman Air, hanno sottratto la vittoria al team di Pierre Pennec a bordo di Groupe Edmond de Rothschild durante l’ultima regata dell’ultimo giorno e, per Pennec, il favorito della stagione, la sfida è inevitabilmente cominciata. “Lo scorso anno ho approcciato all’Act 2 di Qingdao in maniera troppo conservativa. Quest’anno sarà diverso. Per essere in testa al gioco dobbiamo correre dei rischi. Il livello della flotta sarà sicuramente più alto di quello che abbiamo visto a Muscat qualche settimana fa”. Pennec ha poi continuato “Qingdao è un campo di regata davvero interessante ti obbliga a cogliere ogni opportunità e ad essere versatile.”
Qingdao è una località ricca di ricordi per diversi velisti, molti dei quali in queste acque hanno rappresentato le loro nazioni durante i Giochi Olimpici di Pechino. Tra tutti è Roman Hagara, skipper del Red Bull Sailing Team e due volte medaglia d’oro alle Olimpiadi ad avere i ricordi più vividi di Qingdao “Non vedo l’ora di regatare a Qingdao. È come una seconda casa per me. Abbiamo passato un mese in Cina prima dei Giochi Olimpici per gli allenamenti sul Tornado, e ovviamente partecipare alle Olimpiadi è stato fantastico.”
Red Bull Sailing Team è stato uno dei quattro team che si capovolsero a Qingdao nel 2011 durante una giornata senza precedenti, diventata una delle più memorabili nella storia delle Series. Ian Williams lo skipper inglese di GAC Pindar fu anche lui lo scorso anno una delle “vittime” delle condizioni eccezionali della baia di Fushan. Come Williams ricorda “Qingdao ci ha mandato tutti gambe all’aria lo scorso anno, sicuramente è stata un’esperienza che ha aiutato l’intero team a crescere. Questo anno saremo molto più preparati ad affrontare qualsiasi cosa accada.” Williams e il suo team hanno fatto un’ottima performance durante l’Act 1, concludendo in quinta posizione, e sono positivi sul fatto di poter fare meglio “Lo scorso anno Luna Rossa ha vinto l’Act di Qingdao dopo aver concluso al quinto posto in Oman. Questo dimostra che le cose possono cambiare rapidamente e, senza dubbio, cercheremo di fare un risultato migliore di quello ottenuto in Oman."


13/04/2012 12:18:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Roma per 1 si presenta a San Salvatore in Lauro

Presenteranno la regata due solitari d'eccezione, Andrea Mura e Matteo Miceli. La Roma per 1 sarà dedicata ad Alessandro Fiordiponti, iscritto n. 15 alla prima edizione, strappato troppo presto alle rotte terrene

I Mini 650 invitati alla Giraglia Rolex Cup

Per i Mini 650 l'iscrizione sarà riservata agli equipaggi in doppio e la prova sarà valida per il Campionato Italiano della classe - ph. Carlo Borlenghi

Bob & Steve: la storia marinara di due vecchietti terribili

Nel luglio del 2015 hanno lasciato le coste della Norvegia tentando di attraversare l’Oceano Atlantico per tornare nel Maine ma sono ancora in Inghilterra dopo una serie infinita di SOS

Premiati i migliori velisti dell’Emilia – Romagna

I portacolori dell’Emilia Romagna sui campi di regata nazionali e internazionali premiati al Museo della Marineria di Cesenatico con Michele Zambelli e il vice presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre

Lo “Start” 2016 del Circolo Vela Gargnano Lago di Garda

La nuova annata ricomincerà proprio con i giovani e il piccolo doppio inglese che dal 23 al 26 marzo, durante il ponte di Pasqua, darà vita al 1° EASTER MEETING

J24: La Superba sempre in testa al 41° Invernale di Anzio-Nettuno

Dopo la pausa per le festività la numerosissima Flotta J24 di Roma è scesa nuovamente in acqua per disputare una nuova manche del 41° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno

32° Primo Cup – Trophée Credit Suisse: Day 3, gran finale

Domenica di vela impegnativa e gran finale per la flotta internazionale di 75 barche impegnate nel weekend inaugurale della Primo Cup – Trophée Cup Suisse 2016 allo Yacht Club de Monaco

Monaco: partita la Primo Cup

Primo giorno di regate per il primo weekend della trentaduesima edizione della Primo Cup Trophée Credit Suisse allo Yacht Club de Monaco

RAI Sport: questa sera su Vela a Vela, Malagò, Croce e l'Amm. Lo Sardo

La ventennale rubrica condotta da Giulio Guazzini presenta stasera un servizio realizzato al Circolo Canottieri Aniene di Roma, dove è stato presentato il programma regate 2016 dello Yacht Club Italiano

Toscana: prima manifestazione nazionale dei comandanti di unità da diporto

Il lavoro deve marciare avanti alla burocrazia, fino a oggi i lavoratori marittimi sono stati inascoltati e ogni giorno perdiamo quattro o cinque comandanti che decidono di andare a lavorare all'estero

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci