martedí, 29 luglio 2014


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vaurien    open bic    giancarlo pedote    les sable- les acores    tecno293    j70    ecologia    gommoni    guardia costiera    optimist    turismo    vela d'altura    solidarietà    volvo ocean race   

EXTREME 40

Extreme 40: Qingdao si prepara a ospitare la flotta

extreme 40 qingdao si prepara ospitare la flotta
Redazione

Vela, Extreme Sailing Series - La battaglia è vicina ora che la flotta ha raggiunto Qingdao per l’Act 2 “Lo scorso anno ho approcciato l’Act 2 di Qingdao in modo troppo conservativo. Quest’anno sarà diverso.“ Pierre Pennec, skipper di Groupe Edmond de Rothschild
Molti equipaggi cambiano velisti in occasione dell’Act 2. A regatare, infatti, ci saranno 2 veliste donne inclusa Xiaqun Song l’atleta olimpionica cinese residente a Qingdao
Vinci la giacca ufficiale delle Extreme Sailing Series™ disegnata in esclusiva da Marinepool – in palio una versione da donna e una da uomo.
Watersports World, il più grande programma televisivo dedicato agli sport acquatici, trasmetterà i momenti migliori dell’Act 1 di Muscat su Sky Sport a partire dal 18 aprile.
L’Act 2 delle Extreme Sailing Series™ si sta avvicinando rapidamente quando manca meno di una settimana prima che l’iconica città di Qingdao ospiti i nove team internazionali in gara. La flotta si sfiderà per il secondo anno dal 17 al 20 aprile, nelle acque della città che ha ospitato i Giochi Olimpici nel 2008, una località che si presta perfettamente alle regate ‘stile stadio’.
I due team dell’Oman, Oman Air e The Wave Muscat, partono in vantaggio. I due team infatti hanno concluso la prima tappa rispettivamente al primo e al secondo posto nelle acque di casa, in occasione della regata di apertura delle Series. Morgan Larson e gli uomini di Oman Air, hanno sottratto la vittoria al team di Pierre Pennec a bordo di Groupe Edmond de Rothschild durante l’ultima regata dell’ultimo giorno e, per Pennec, il favorito della stagione, la sfida è inevitabilmente cominciata. “Lo scorso anno ho approcciato all’Act 2 di Qingdao in maniera troppo conservativa. Quest’anno sarà diverso. Per essere in testa al gioco dobbiamo correre dei rischi. Il livello della flotta sarà sicuramente più alto di quello che abbiamo visto a Muscat qualche settimana fa”. Pennec ha poi continuato “Qingdao è un campo di regata davvero interessante ti obbliga a cogliere ogni opportunità e ad essere versatile.”
Qingdao è una località ricca di ricordi per diversi velisti, molti dei quali in queste acque hanno rappresentato le loro nazioni durante i Giochi Olimpici di Pechino. Tra tutti è Roman Hagara, skipper del Red Bull Sailing Team e due volte medaglia d’oro alle Olimpiadi ad avere i ricordi più vividi di Qingdao “Non vedo l’ora di regatare a Qingdao. È come una seconda casa per me. Abbiamo passato un mese in Cina prima dei Giochi Olimpici per gli allenamenti sul Tornado, e ovviamente partecipare alle Olimpiadi è stato fantastico.”
Red Bull Sailing Team è stato uno dei quattro team che si capovolsero a Qingdao nel 2011 durante una giornata senza precedenti, diventata una delle più memorabili nella storia delle Series. Ian Williams lo skipper inglese di GAC Pindar fu anche lui lo scorso anno una delle “vittime” delle condizioni eccezionali della baia di Fushan. Come Williams ricorda “Qingdao ci ha mandato tutti gambe all’aria lo scorso anno, sicuramente è stata un’esperienza che ha aiutato l’intero team a crescere. Questo anno saremo molto più preparati ad affrontare qualsiasi cosa accada.” Williams e il suo team hanno fatto un’ottima performance durante l’Act 1, concludendo in quinta posizione, e sono positivi sul fatto di poter fare meglio “Lo scorso anno Luna Rossa ha vinto l’Act di Qingdao dopo aver concluso al quinto posto in Oman. Questo dimostra che le cose possono cambiare rapidamente e, senza dubbio, cercheremo di fare un risultato migliore di quello ottenuto in Oman."


13/04/2012 12.18.00 © riproduzione riservata







I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Contest "Extreme Skipper": in palio 3 corsi di vela oceanica e un imbarco per la Palermo Montecarlo

Il 10 agosto a Fizzano (La Spezia) si terrà un Contest per giovani velisti dal 18 ai 24 anni con in palio 3 corsi di vela oceanica e un imbarco sul Class 40 Calaluna per la Palermo Montecarlo

Les Sables Les Açores: Pedote e Prysmian vincono la prima tappa

Ore 11.55' e 30'' Giancarlo taglia la linea di arrivo della prima tappa di Les Sables Les Açores a bordo del suo proto Prysmian ITA 747 - ph. Breschi

IV tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport: day 1

Partecipazione Boom per la IV Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport, valido anche come Coppa AICO e Coppa Touring: 450 baby regatanti provenienti da tutta Italia - ph. Elena Giolai

Optimist: continua il Trofeo Kinder a Marina di Grosseto

Domani conclusione della Coppa AICO e Coppa Touring-IV Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport - ph. Elena Giolai

Les Sables-Les Açores: Pedote ancora in testa alla corsa

Dopo il passaggio del DST di Capo Finisterre c'è Giancarlo Pedote in testa nei Proto e Tanguy Le Turquais nei Serie

Les Sables-Les Açores: Pedote in testa verso Capo Finisterre

Giancarlo Pedote (Prysmian) e Davy Beaudart (Cultisol) stanno ancora combattendo fianco a fianco mentre si avvicinano al DST di Capo Finisterre, ma con Giancarlo che ha preso un leggero vantaggio

Licata Sailing Week senza pecche

Il livello tecnico è stato innalzato dalla presenza di Extra 1 di Massimo Barranco, Campione nazionale tra gli X41, e da Sagola, Grand Soleil di Peppe Fornich, recentemente 4° ai Campionato Italiani Assoluti di Loano

VOR: a Team Brunel la prima battaglia dei Volvo Ocean 65

E' stato Team Brunel ad ottenere la vittoria nel primo evento competitivo con i nuovi monotipo Volvo Ocean 65, l'edizione di debutto della Marina Rubicón Round Canary Islands race - ph.Kurt Arrigo

Drake & Horn 1616-2016 Regatta, così si diventa Cap Horniers

Golette, barche classiche e moderni yacht si lanceranno il 25 Ottobre 2015 da Saint-Tropez in una corsa verso Capo Horn, per festeggiarne i 400 anni dalla scoperta.

La Costa Concordia via dal Giglio, ma la sua storia rimane lì

La Costa Concordia è partita dal Giglio. Dopo tre ore di navigazione ora si trova ad oltre 7 miglia dall’isola, che non è oramai che un piccolo puntino all’orizzonte dietro la sua poppa - ph. Serena Galvani @serenagalvani.com