lunedí, 22 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

veleziana    match race    middle sea race    dolphin    optimist    melges32    regate    vele d'epoca    kite    vela    melges 32    cnsm    circoli velici    campionati invernali    star   

NAUTICA

Evo Yachts presenta il nuovo Evo CC

evo yachts presenta il nuovo evo
redazione


Con 13 metri di lunghezza (43 piedi) e una larghezza che supera i 4 metri, il nuovo Evo Center Consolle è l’ultimo modello del cantiere napoletano Evo Yachts, firmato da Valerio Rivellini, che ha dichiarato: “Il nuovo center consolle è indubbiamente ispirato ai precedenti modelli Evo Yachts: la vera sfida è stata proprio essere coerente con gli stilemi e il family-feeling del brand, realizzando al tempo stesso una barca veloce, sportiva e funzionale, rivolta specificatamente al mondo degli armatori affezionati a praticità e prestazioni dei fuoribordo”.
Lo scafo si presenta con uno stile aggressivo e filante, con prua dritta e forme decise, firma inconfondibile di Rivellini. Bitte, parabordi e ancora sono a scomparsa, per non intaccare in alcun modo la pulizia e la muscolarità delle linee che incorniciano uno spazio in coperta totalmente votato al comfort. Caratterizzato da soluzioni di design smart e allo stesso tempo impeccabili dal punto di vista estetico - che seguono a pieno la filosofia del Form&Function - il pozzetto di poppa è interamente pavimentato in teak massello e ospita un nuovo, ampio prendisole (2 x 2 m) che offre comodamente spazio per tre ospiti e, sollevandosi 46 cm dalla coperta, garantisce il massimo comfort. L’intera struttura è facilmente sollevabile per accedere al vano tender. Scorrendo verso prua, troviamo un tavolo pieghevole, che in apertura massima raggiunge una larghezza di 140 cm, seguito da tre sedute. Tutti gli schienali di questa zona sono ribaltabili per poter cambiare l’orientamento della seduta; quelli della chaise longue sono anche reclinabili e possono quindi permettere di avere altre tre sedute per il tavolo, oppure di avere dei cuscini. L’area è ombreggiabile grazie a un tendalino vela sostenuto da pali in carbonio.
Procedendo ancora verso prua incontriamo una cucina centrale in Corian con fuochi a induzione (oppure, a scelta, grill o piastra Teppanyaki), lavandino e frigo. Un T-Top in carbonio offre ampio riparo dal sole e arriva a fare ombra anche alle tre sedute centrali che guardano la consolle di guida, costituita da un elemento curvo in vetroresina dove trovano spazio tutte le strumentazioni di bordo. A prua, si trova un secondo prendisole, anch’esso ombreggiabile con un tendalino vela, le cui forme accompagnano con eleganza verso il vano ancora, dove trova posto un’ancora a ribalta bruce in acciaio inox, facilmente accessibile e ampio al punto tale da poter fungere anche da area stivaggio per i parabordi.
Anche sottocoperta, dove troviamo una dinette trasformabile in “cabina”, vige l’imperativo del design votato alla funzionalità. Un tavolo a scomparsa è utilizzabile all’occorrenza come tavolo da pranzo o letto (o zona sofà, quando abbassato), mentre il bagno ospita una doccia interna a tutta altezza. La zona di poppa non risulta separata dal resto dell’imbarcazione e si configura come un open-space, grazie al quale si ottiene una cabina di poppa luminosa e confortevole (optional). I posti letto possono dunque arrivare a quattro.
I fuoribuordo sono la vera novità del nuovo arrivato del range Evo Yachts, che si apre così al mondo degli armatori che amano sprint, praticità e performance di questo tipo di propulsione. Tre sono le opzioni disponibili, tutte firmate Mercury Verado: 350 cavalli di potenza (moltiplicati per tre o quattro motori), oppure 400 cavalli per tre motori. La velocità varia a seconda della motorizzazione scelta, ma è possibile arrivare a una massima di quasi 50 nodi. A ottimizzare le prestazioni contribuisce la carena progettata con angolo deadrise di 18° che assicura un’ottima tenuta del mare in navigazione e il massimo della sicurezza anche durante virate strette o mare formato. 
Molte le aspettative riposte dai fratelli Alfredo e Rosario Mercuri, proprietari di Evo Yachts, nella presentazione di questo nuovo progetto: “Evo CC rispecchia l’evoluzione e la maturità del cantiere, una barca ricca di possibilità di configurazione che al tempo stesso offre grande comfort già a partire dal modello base. È un prodotto competitivo, che strizza l’occhio al mercato europeo e d’Oltreoceano, dove ci stiamo consolidando sempre di più grazie ai nostri partner in Florida, Messico, Caraibi e California. Crediamo molto in questo nuovo modello, che completa la gamma Evo Yachts e offre ancora più possibilità di scelta ai nostri armatori più esigenti”.


23/05/2018 21:09:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Elements Race: Cagliari ospiterà la 3a edizione

Dopo le prime edizioni organizzate nell'Arcipelago della Maddalena, la manifestazione che unisce Vela e Off Road si sposta nel Sud della Sardegna, a Cagliari, con nuove rotte e a bordo dei GIRO 34

Muore Ian Kiernan, l'uomo della "Mission Impossible" di pulire il Mondo

E’ morto a 78 anni portato via da un cancro un grande uomo, Ian Kiernan, velista ed ecologista, che si era dato il compito di “pulire il mondo”

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Parte domenica l'Autunnale Peloritano

Prende il via domenica 21 il Campionato Autunnale Peloritano al Marina di Capo d'Orlando che riapre le sue braccia, ovvero le su banchine, ai velisti dopo il successo del Vela Cup del mese scorso

Caorle: la stagione della vela chiude con La Cinquanta

Il 27 e 28 ottobre ultimo appuntamento con l’altura a Caorle

Una "Mare e Monti" per Giovanni Soldini

Giovanni Soldini e l'alpinista Hervé Barmasse faranno insieme una serie di traversate e di scalate con lo scopo di confrontare due mondi così diversi.

Garda: il Trofeo dell'Odio a Diavolasso

“Diavolasso” della scuderia velica “Ac&e-Sicurplanet” con lo skipper veronese Andrea Farina (Cn Brenzone) ha vinto la 66° edizione e del Trofeo dell’Odio, classica autunnale del Circolo Vela Gargnano.

Viareggio, arriva in porto la flotta delle vele d’epoca

Oltre 60 barche a vela d’epoca e circa 500 membri di equipaggio stanno convergendo a Viareggio dove dal 18 al 21 ottobre si svolgerà la XIV edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Garda: grande festa per i Dolphin

Grande festa per la classe velica dei Dolphin che ha premiato i suoi Campioni 2018. La Piccola Vela di Desenzano ha ospitato skipper, armatori, prodieri e Vip per il tradizionale incontro di fine stagione,

Melges 32 a Cagliari per giocarsi il Mondiale

Diciotto i team al via in rappresentanza di 8 Nazioni (Russia, Germania, Giappone, Norvegia, Principato di Monaco, Svizzera, Polonia, Italia) per un Campionato del Mondo assolutamemte aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci