martedí, 16 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

porti    vele d'epoca    melges 32    circoli velici    invernali    soldini    regate    vela olimpica    barcolana    melges 20    melges20    nautica   

470

Europei 470 2018, due equipaggi italiani nei primi 10

europei 470 2018 due equipaggi italiani nei primi
redazione

Il Campionato Europeo 2018 della classe 470 si è chiuso oggi a Burgas in Bulgaria con le due Medal Race riservate ai primi 10 classificati, dopo le qualificazioni terminate ieri. Due gli equipaggi italiani impegnati nella prova a punteggio doppio: Elena Berta e Bianca Caruso (GS Aeronautica Militare/YC Italiano) e Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) che hanno terminato nelle loro rispettive flotte seste e secondi, chiudendo così il Campionato Europeo 2018 in quarta posizione ad un punto dal bronzo per le ragazze mentre i ragazzi sono ottavi.
Vincono il campionato Europeo nel 470 femminile le slovene Mrak / Macarol la medaglia d’argento va alle tedesche Loewe / Markfort seguite dalle compagne di squadra Boehm / Goliass. Nei ragazzi l’oro va agli svedesi Dahlberg / Bergström, in testa da tutta la settimana, argento europeo ai greci Mantis / Kagialis - terzi overall - e bronzo ai tedeschi Winkel / Cipra. Secondi overall gli americani Mcnay / Hughes.
Un campionato di alto livello, con diverse condizioni meteo e che ha confermato il lavoro positivo svolto dalla squadra italiana del 470. Oltre ai due equipaggi nei primi dieci ci sono Benedetta Di Salle con Alessandra Dubbini (YC Italiano) dodicesime a soli 10 punti dalle prime dieci, e Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) che chiudono la trasferta bulgara in 14esima posizione.
Michele Marchesini, direttore tecnico FIV
“Se pensiamo da dove arriviamo possiamo essere soddisfatti: sia il reparto del 470 maschile che quello femminile stanno dimostrando solidità, questo non c’era il quadriennio scorso. Oggi abbiamo quattro equipaggi che si qualificano con i canoni di accesso alla squadra, e abbiamo anche un comparto tecnico che sta dimostrando di lavorare bene, con concretezza e qualità. Entrando nel dettaglio, abbiamo Elena Berta che all’esordio internazionale con la nuova prodiera Bianca Caruso è protagonista delle scene, ad un solo punto dal podio. Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini confermano il livello di performance dell’anno scorso. Forse ci si poteva aspettare qualcosa in più, ma siamo in linea con la preparazione per il Mondiale di Aarhus. Tra i ragazzi, buona performance di entrambi gli equipaggi che restano all’interno del team performance FIV, dobbiamo ancora lavorare su qualche sbavatura e limare alcune ingenuità.”
Gabrio Zandonà, tecnico federale 470
“Siamo contenti della trasferta bulgara, la Medal Race di Elena Berta e Bianca Caruso è stata sfortunata, erano seconde fino all’ultima poppa, quando hanno scelto di seguire le loro dirette avversarie e le tedesche si sono infilate nella classifica andando dalla parte opposta. Però hanno gestito molto bene la partenza ed è stato solo un colpo di sfortuna che in classifica fossero tutte molto vicine e hanno dovuto scegliere chi coprire.
I ragazzi invece dall’altra parte, dopo aver perso qualche punto nella serie di qualificazione, hanno saputo cogliere le opportunità della Medal e, come è già successo in passato, se si crea la situazione la prendono al volo. Sono stati bravi, al momento giusto riescono a fare bene e hanno margini di crescita enormi.
Il bilancio è quindi in generale molto positivo, entrambi gli equipaggi femminili con Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò hanno confermato il gruppo B, e Matteo Capurro  e Matteo Puppo confermano il gruppo C. C’è un po’ di rammarico per Benedetta e Alessandra che hanno mancato la Medal per una ultima giornata non perfetta. 
Quando abbiamo iniziato questa avventura con Pietro Zucchetti abbiamo scelto di adottare un approccio diverso, lavoriamo insieme con tutti gli equipaggi, siamo una bella squadra e mi sembra di poter dire che stiamo raggiungendo buoni risultati.”


24/05/2018 20:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Barcolana: nella lotta tra ex la spunta Morning Glory (Spirit of Portopiccolo)

Vince Spirit of Portopiccolo, ovvero l'ex Morning Glory costruita nel 2006, davanti a CQS Tempus Fugit, ex Nicorette un 29,76 metri del 2004 e all'ex Maxi Iena Way of Live

FLASH - Oro per Giorgia Speciale alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires

Giorgia Speciale ha dominato nella classe dei Techno 293 Plus femminile ed ha conquistato l'Oro alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires

Barcolana, se non sono 2000 non ci si diverte

Superata la soglia dei 2000 iscritti. Spirit of Portopiccolo riconsegna la Coppa, ma è pronto a riprendersela.

Barcolana 50: prima regata per il Team MSC

Con MSC Team parte da Trieste l’esperienza velica della compagnia di navigazione con la barca classe Psaros33. In partnership con Marevivo, l’organizzazione dedicata alla conservazione marina, MSC promuoverà la passione e il rispetto per il mare

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Olimpiadi Giovanili: la Speciale sempre in testa, Nicolò Renna sale al 2° posto

Nel Techno 293 Plus Giorgia Speciale scarta il terzo posto quale peggior risultato. Nicolò Renna vince una prova e sale al 2° posto in classifica

Olimpiadi Giovanili: Speciale e Renna oggi in acqua per una medaglia

Appuntamento in acqua con primo segnale di avviso alle ore 12:00 locali (17:00 italiane) con le finali delle tavole a vela previste alle 12:05 (17:05 italiane) quella maschile e alle 12:45 (17:45 italiane) quella femminile

Olimpiadi Giovanili: buone notizie dalla vela azzurra

Sofia Tomasoni sale al 2° posto nei Kiteboard femminili, Nicolò Renna sempre 2° nei T293 maschili e Giorgia Speciale consolida il 1° posto nei T293 femminili

Olimpiadi Giovanili: Argento per Nicolò Renna

L'atleta del Circolo Surf Torbole ha conquistato l'argento nella classe techno 293 plus maschile

New Sardiniasail alla Barcolana

Ci sarà anche la Sardegna alla Barcolana, la regata più grande del mondo con Lima Fotodinamico dell'associazione New Sardiniasail che attraverso la vela punta al reintegro sociale di minori e giovani adulti con problematiche penali

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci