sabato, 25 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

press    derive    seatec    turismo    formazione    fraglia vela riva    barcolana    regate    suzuki    cala de medici    vela oceanica    guardia costiera    circoli nautici    altura    nautica   

SURF

Estate sulla cresta dell'onda! Le cinque spiagge italiane migliori per fare surf

estate sulla cresta dell onda le cinque spiagge italiane migliori per fare surf
redazione

Non c'è bisogno di volare fino in California o in Australia per cavalcare l'onda perfetta! Anche nel nostro paese ci sono località dove è possibile trovare onde alte e potenti, soprattutto in primavera e autunno. Le prime spiagge italiane che hanno radunato gli appassionati della tavola sono state quelle della Versilia, ma nel tempo i surfisti hanno scovato piccoli angoli di paradiso su tutte le coste dello stivale, che ogni anno richiamano centinaia di appassionati anche dall'estero che si cimentano in surf, windsurf e kitesurf. Partendo dalle preferenze dei suoi utenti che amano cavalcare le onde, il portale HYPERLINK "http://www.paesionline.it" PaesiOnLine ha individuato le 5 mete migliori per tutti gli appassionati di questo sport.

Partendo dai lidi più a nord, sul versante tirrenico gli utenti del portale segnalano Roccia di HYPERLINK "http://www.paesionline.it/portovenere/comune_portovenere.asp" Portovenere, nel Golfo di La Spezia, vicino all'Isola di Palmaria. Qui il vento raggiunge anche i 40 nodi, offrendo ai surfisti onde a tratti molto alte, spinte dai venti di nord-ovest e nord-est. Località estremamente raffinata ed elegante, Portovenere offre, però, un tratto molto ridotto di spiaggia effettivamente balneabile, e dunque bisogna fare attenzione agli scogli, ma senza rinunciare a uno dei surf-spot più belli di tutto il Mar Ligure.

Sul versante Adriatico marchigiano, invece, una meta perfetta si trova tra i rilievi del Conero e le sue acque cristalline, ovvero la Spiaggia dei Sassi Neri, vicino HYPERLINK "http://www.paesionline.it/marche/sirolo/comune_sirolo.asp" Sirolo. Qui il consiglio per i surfisti è quello di raggiungere il largo in barca, dove potranno cavalcare onde alte qualche metro durante le mareggiate, spinte dai venti provenienti da nord e sud-est. Si raggiunge facilmente da Ancona attraverso la litoranea per Sirolo, e non presenta alcun servizio. Un vero luogo incantato (e poco frequentato) per i surfisti più. solitari!

Tornando sul mar Tirreno, e scendendo più a sud, incontriamo la spiaggetta di Torre Capovento, a qualche chilometro da HYPERLINK "http://www.paesionline.it/sperlonga/comune_sperlonga.asp" Sperlonga, nel Lazio. Un piccolo paradiso non molto frequentato e per questo adatto ai surfisti che vogliono scoprire il rapporto "autentico" con il mare. Affiancata da un picco che la circonda lateralmente, Torre Capovento presenta le condizioni ideali per mareggiate piccole e medie, in condizioni di vento di scirocco o comunque proveniente dai quadrati sudoccidentali e sudorientali.

Passiamo ora alle grandi isole italiane, che per via delle particolari condizioni geografiche sono perfette per i cacciatori di onde! Il reef roccioso di Roachland, non lontano dalla Punta de Su Turrione, a pochi chilometri da HYPERLINK "http://www.paesionline.it/stintino/comune_stintino.asp" Stintino, è una delle località più amate dai surfisti in tutta la Sardegna. Affacciata appieno sul Mediterraneo occidentale, presenta una conformazione molto interessante con mareggiate che si spostano prevalentemente da ovest, spesso soggette a venti diretti molto forti, ideali per la formazione di onde alte diverse metri. Una località incontaminata, dove vengono organizzati appuntamenti sportivi come la Stintino Contest, amata da surfisti e windsurfisti.

Scendiamo ora nella calda Sicilia, dove a pochi chilometri da HYPERLINK "http://www.paesionline.it/palermo/comune_palermo.asp" Palermo troviamo la splendida baia di Mondello, una delle più belle e apprezzate dell'isola. Qui ogni anno si tiene la Merit Cup World Windsurf Festival, tra gli eventi italiani più famosi per il gran numero di windsurfer che ogni anno raggiungono il nostro paese da ogni parte del mondo per prendervi parte.


15/07/2016 16:34:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Coppa Adriatico, la novità targata Il Portodimare

La regata si disputerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio ed ai vincitori di classe garantirà l'iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto di vela d'altura di Monfalcone

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

La conclusione del CICO 2017 di Ostia

I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er)

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

L'Arcipelago 650 in salsa francese

All’1 e 44 minuti della mattina del 19 marzo i primi a tagliare il traguardo sono gli skipper di FRA 868 Alternative Sailing, i bravissimi Remì Aubrun e Nicolas Ferrelel

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci