martedí, 19 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

mare    swan    nautica    melges 24    salone nautico    volvo ocean race    campionato invernale riva di traiano    52 super series    azzurra    j70    j24    porti    altura    j/70    rs x    regate   

REGATE

Enrico De Crescenzo vince il Trofeo Arcipelago Toscano 2017

enrico de crescenzo vince il trofeo arcipelago toscano 2017
redazione

Si chiude con successo la seconda edizione del Trofeo Arcipelago Toscano, TAT, e Trofeo delle Isole, fil rouge che lega 5 circoli nautici, quattro regate per un totale di 460 miglia che si snocciolano lungo le coste della Toscana dove Montecristo, Formiche, Giglio, Giannutri, Elba diventano spettacolari  boe e l’Argentario, Talamone, Punta Ala, Marina di Pisa e Livorno i punti di riferimento sulla terra ferma.
Il tutto coordinato, seguito e promosso dal Circolo Canottieri Aniene, dal Circolo Nautico e della Vela Argentario, dallo Yacht Club Santo Stefano, dallo Yacht Club Punta Ala e dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa nelle persone di Alessandro Maria Rinaldi, Claudio Boccia, Piero Chiozzi, Alessandro Masini e Roberto Lacorte che operano su questo progetto con la Federazione Italiana Vela e l’Unione vela Altura Italiana, La Regione Toscana, il Comune di Monte Argentario e la Camera di Commercio di Grosseto, l’associazione ambientalista Marevivo e la Fondazione Rossini.
“ Siamo partiti con la voglia di vincere questo Trofeo” dice Enrico De Crescenzo armatore di Pierservice Luduan che da tempo sta facendo bene, ovvero si sta allenando con un team di giovani talentuosi della vela, praticamente tutti argentarini, per crescere in quello che nella vela è il punto più importante: l’affiatamento a bordo. Quindi hanno iniziato con la partecipazione a la Lunga Bolina, dove abbiamo chiuso al terzo posto in ORC.Per il nostro Team  la 151 Miglia rappresentava il penultimo evento e quindi la voglia di fare bene era tanta. Per questa regata abbiamo avuto a bordo come tattico Oliver Bravo de Laguna che spesso regata insieme ad Andrea Fornaro e quindi abbiamo voluto mantenere una medesima filosofia di come affrontare la regata. Oliver è stato bravissimo e ha fatto sempre correre la barca. Il momento più emozionante è stato il passaggio alla Giraglia con un cielo stellato che di più non si poteva. Era il mio turno al timone e le emozioni sono state fortissime. Altro momento di altissima tensione è stata la battaglia con Canapiglia timonata dall'Amico Filippo Calandriello appena passata la Formica grande dove il nostro Ettore ha potuto mettere a frutto la sua esperienza nel match race e quindi portare Luduan verso la vittoria. Bravissimo anche Simone Busonero che sta diventando un navigatore di primario livello. La vicinanza di navigatori esperti come Andrea Fornaro e Oliver Bravo de Laguna sta facendo crescere i giovani del team alla velocità della luce”.
I componenti del Team sono:Lorenzo Gennari (prodiere) Roberto Basili (due) Filippo Ambrogetti  (terzo uomo a prua) Lorenzo Arcangeli  (jolly) Ulderico Avio (drizze) Alessandro Vongher  (Tailer 1)Azelio Bagnoli  (Tailer 2) Federico Bocassini  (grinder) Simone Busonero (navigatore) Federica Sciuto  (randa) Enrico de Crescenzo  (timoniere) Ettore Botticini  (tattico e Team manager). Secondo classificato nel Trofeo Arcipelago Toscano è Stefano Chiarotti su Lunatika NTT Data e terzo Federico Roncone su Locura Zentrum Cassino.
Per Tevere Remo Mon Ile di Gian Rocco Catalano la sfida inizia in discesa con la vittoria de la Lunga Bolina in IRC “ per noi il 2017 fino ad ora è stato un anno superiore alle nostre aspettative “ dichiara l’armatore “ abbiamo inanellato una serie di successi fino a qualche tempo fa inaspettati. Certamente sono frutto del nostro impegno costante, un allenamento durato un anno, con lo stesso equipaggio, ma anche di un meteo favorevole alla nostra barca. Ecco anche questo è il bello del nostro team, siamo  quasi tutti consoci del Tevere Remo, appassionati ma con un sano spirito goliardico che ci porta ad imbarcare bottiglie di vino, non rinunciare all’amatriciana  e alle immancabili uova al bacon a colazione. A parte Gigi Ravioli dall’incommensurabile esperienza nel team oltre me ci sono Giovanni Giovannetti , Lorenzo Lucarelli, Giuseppe Alaggia, Massimo Artusi, Andrea Perrone, Giuliano Ravagnani, Aimone Ferrari e Giacomo Liberto. Tutti abbiamo apprezzato la formula del TAT con regate ben cadenzate ed organizzate. Certo, dopo la vittoria de La Lunga Bolina, vincere anche la 151 Miglia in IRC su 59 barche è stato per noi un vero successo “. Secondo classificato nel Trofeo delle Isole è Giuseppe Morani su Vulcano 2 e terzo ancora Enrico De Crescenzo su Pierservice Luduan.
“Il TAT comincia con la regata dell‘Aniene, La Lunga Bolina, che quest‘anno si sdoppia e va a settembre anche in Sardegna, e già dal primo skipper meeting si era capito chiaramente che gli armatori mostravano molto interesse a vedere l‘alleanza di più Circoli che si organizzavano per offrire un circuito di regate offshore, forse unico in Italia. In questo modo abbiamo cercato di condividere con gli amici degli altri circoli un percorso intelligente e stimolante per tutti i partecipanti a queste regate che si svolgono tra le meravigliose isole dell‘Arcipelago Toscano, dall‘introduzione per esempio della possibilità di iscriversi a tutte le regate, all‘istituzione del premio “Occhio alla Pinna“, per l‘avvistamento di cetacei , tartarughe e meduse, in collaborazione con la Divisione Vela di Marevivo. ….Il resto lo hanno fatto gli armatori, protagonisti indiscussi di questa serie di manifestazioni veliche. “ ha detto Alessandro M. Rinaldi, delegato altura del CCAniene.
“La Coppa Regina dei Paesi Bassi, alla sua 40a edizione costituisce la storia delle regate di altura in Italia ed è bello che sappia evolversi per mantenere la tradizione ma essere al passo con i tempi e rientrare nel circuito delle regate valide per l’Armatore dell’Anno dell’Unione Vela Altura Italiana” dice Claudio Boccia presidente del CNVA.  “In questa edizione del Trofeo Arcipelago Toscano, di cui quest’anno mi onoro di presiedere il Comitato Organizzatore , con l'insieme dei suoi eventi è già un bel momento di attenzione verso le bellezze naturalistiche di tutta l'area, da parte di un numero sempre crescente di partecipanti, ma  nostro lavoro per il futuro sará incentrato nella sempre maggiore collaborazione per la promozione integrata conto tutto ciò che a terra costituisce il  patrimonio culturale, turistico e agroalimentare dell’entroterra . In particolare lavoreremo puntando sulla promozione dell'evento nostre regate all'estero, per allargare sempre di più gli orizzonti dei nostri Circoli, promuovendo internazionalmente le nostre regate e l'intera area.
Per Roberto Lacorte, presidente YCRMP “Le isole dell’Arcipelago Toscano hanno dimostrato ancora una volta di essere un campo di regata magnifico, l’ideale per lo svolgimento di regate offshore e per far vivere la vela nel miglior modo possibile. Certamente la 151 Miglia-Trofeo Cetilar ancora una volta è stata la conclusione perfetta per il circuito del TAT, con quasi 2000 velisti in acqua e una regata che, viste le condizioni di vento medio-leggero incontrate, è stata molto stimolante per via delle scelte tattiche, non sempre facili, che gli equipaggi hanno dovuto affrontare nei punti chiave del percorso. D’altronde è proprio questo il bello delle nostre isole, la capacità di offrire sempre condizioni diverse in cui nulla è scontato”.
“Nell’archiviare questa ottava edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, si è chiuso anche il Trofeo Arcipelago Toscano, di cui la 151 Miglia, era, appunto, l’ultimo appuntamento. E’ stata un’edizione che ha coinvolto numerose barche e di cui la nostra regata è stata la degna conclusione, con quasi 200 scafi sul traguardo di Punta Ala, a conferma che le regate offshore, soprattutto nel Medio Tirreno, sono una realtà dai grandi numeri su cui continuare a puntare anche per il futuro. Approfitto per ringraziare tutti i circoli coinvolti nel TAT, con cui siamo uniti da amicizia e stima, elementi imprescindibili per una collaborazione vincente” nota Alessandro Masini, Presidente YCPA.
I vincitori del Trofeo Arcipelago Toscano saranno celebrati il prossimo 29 luglio alle 21.00 nella cerimonia di premiazione che avrà luogo al Circolo Nautico e della Vela Argentario, alla presenza delle più alte cariche della Regione Toscana e del Comune di Monte Argentario, nell'ambito di serata glamour nel Marina Cala Galera.
A sottolineare l’importanza del Circuito di regate quest’anno la premiazione verrà celebrata da una grande festa alla presenza delle Autorità Regionali il prossimo 29 luglio al Circolo Nautico e della Vela Argentario presso il Marina di Cala Galera .
Tutte le regate del TAT si sono svolte con la fattiva collaborazione della Divisione Vela di Marevivo e della bella campagna di avvistamento in mare: pesci, tartarughe e meduse ma anche plastiche ed oggetti estranei alle bellezze naturali che ci aspetteremmo di trovare in mare. Una campagna di sensibilizzazione che tutti i velisti hanno apprezzato documentando ogni avvistamento per consentire  le ricerche scientifiche per la salvaguardia del pianeta mare.


22/06/2017 17:43:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Stazza J70, querelle infinita: lettera aperta di Carlo Alberini

"A pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate"

Davide Sampiero vince il titolo Nazionale Meteor Match Race 2017

A Castiglione del Lago sono scesi in acqua. per contendersi il titolo, ben sei tra i primi dieci classificati dell’ultimo Campionato Nazionale Meteor compreso Lorenzo Carloia neo campione Italiano assoluto e campione match race uscente

Mondiale J70: scintille tra Vincenzo Onorato e lo YCCS

Vincenzo Onorato abbandona il Mondiale J70 in polemica con lo Yacht Club Costa Smeralda

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

L' 11° Childrenwidcup dell’Abe

La regata dei sorrisi con i piccoli dell'ospedale dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civili di Brescia

YCCS: lettera aperta in risposta alle dichiarazioni di Mascalzone Latino

Il mio compito da quando il Commodoro Gianfranco Alberini mi ha chiamato a organizzare le regate dello Yacht Club Costa Smeralda 17 anni fa è sempre stato lo stesso, garantire a tutti i partecipanti lo stesso trattamento imparziale

Ferretti Yachts 780 protagonista a Cannes

Il nuovo flybridge, erede naturale del 75 piedi e anello di congiunzione tra la flotta sotto i 70 piedi e i modelli di maggior piedaggio, al debutto mondiale al Cannes Yachting Festival 2017

Allo Yacht Club Porto Rotondo la Fideuram Cup

Dal 15 al 17 settembre, la sfida tra i manager dell’istituto bancario

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

Ferretti Yachts 920: un big a Cannes

Frutto della collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto e Dipartimento Engineering Ferretti Group insieme a Studio Zuccon International Project, il nuovo gigante Ferretti Yachts - LOA 28,49 metri - ha una lunghezza scafo di 23,98 metri

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci