martedí, 22 agosto 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

waszp    windsurfing    swan    palermo-montecarlo    yacht club hannibal    marine    420    laser    match race    regate    press    centomiglia    copa del rey    microclass    volvo ocean race   

NAUTICA

Edmond de Rothschild presenta Gitana 17, il suo primo maxi trimarano volante

edmond de rothschild presenta gitana 17 il suo primo maxi trimarano volante
Roberto Imbastaro

Per 140 anni Edmond de Rothschild ha gettato le basi dell’innovazione con i suoi Gitana. Il Maxi Edmond de Rothschild è una nuova scommessa. Convinti che il futuro sia nelle imbarcazioni “volanti”, il Team Gitana ha scelto un approccio a lungo termine spingendo ai limiti le proprie ambizioni. In collaborazione con Guillaume Verdier e associati, l’ufficio di progettazione di Gitana ha progettato e prodotto il primo maxi multiscafo oceanico capace di volare attorno al globo. 
Il lavoro sulle appendici è stato fondamentale. Dopo ore di navigazione sul Multi70 Edmond de Rothschild, autentico laboratorio per i test, e una serie di calcoli, gli ingegneri del team di Verdier hanno scelto foil a forma di L con dimensioni XXL e timoni con T-foil che fungono da superfici portanti. Il galleggiante sottovento è supportato da queste appendici che tolgono pressione allo scafo centrale e consentono all’imbarcazione di volare sopra gli oceani nonostante il suo peso di oltre 15 tonnellate.  
Il processo di creazione riflette il meticoloso approccio del Gruppo: dagli studi architettonici iniziali alle prove in acqua su vasta scala, nulla è stato lasciato al caso. Dai primi schizzi nel 2014 al lancio nel luglio 2017 sono passati tre anni. La costruzione dell’imbarcazione ha richiesto oltre 170’000 ore-uomo e quasi 250 persone di tutti i settori, dai costruttori agli ingegneri, ai tecnici e agli architetti navali. 

Un pezzo d’arte fuori dall’ordinario
L’imbarcazione è un pezzo unico in quanto a design, frutto di una collaborazione inaspettata tra il Team Gitana e il Palais de Tokyo attraverso il PROGETTO LASCO. Ariane de Rothschild e il Team Gitana hanno voluto affidare a un artista l’incarico di dare una “personalità visuale” all’imbarcazione e alle sue dimensioni non convenzionali. Lo street artist americano Cleon Peterson ha proposto una creazione che racchiude il carattere e le linee eleganti di questo “gigante” di nuova generazione e affronta un territorio “non-urbano” come  il mare ricordandoci che arte e navigazione perseguono lo stesso obiettivo: varcare i confini così come gli orizzonti. 
Ariane de Rothschild spiega: “Attraverso le Fondazioni Edmond de Rothschild, già supportiamo la street art, sia a New York al Guggenheim, a Madrid, o a Ginevra, ma non abbiamo mai avuto l’opportunità di confrontarci con iniziative in Francia; cosa ormai fatta con il Gitana 17, divenuto un’inusuale opera del Palais de Tokyo. Pensavo fosse importante avvicinare l’universo Rothschild, tuttora erroneamente percepito come altamente raffinato ad un ambiente più aderente alla nostra realtà  quotidiana.”
Le Fondazioni Edmond de Rothschild portano avanti un’eredità fortemente filantropica. Attraverso le arti, l’imprenditorialità, la salute e la pratica filantropica, la loro missione è creare collegamenti di risorse tra persone e ambienti per realizzare il potenziale dell’individuo. Attraverso i loro progetti, le Fondazioni creano modelli speciali attuando una metodologia imprenditoriale in favore del mondo filantropico. 

Il marchio del Gruppo Edmond de Rothschild: un approccio unico
Custodi di una storia marittima di famiglia senza eguali, Ariane and Benjamin de Rothschild l’hanno portata nel nuovo millennio creando il Team Gitana nel 2000. Una scuderia professionistica di offshore atipica ai tempi, oggi è considerata un riferimento nelle competizioni internazionali di offshore. Ciononostante essa è riuscita a mantenere una dimensione umana, il team pentafrecciato accresce la sua autonomia beneficiando di un proprio ufficio di progettazione che concepisce e sviluppa soluzioni “in-house”. 
Il Maxi Edmond de Rothschild riflette la strategia di Ariane de Rothschild presente nelle attività finanziarie e non del Gruppo Edmond de Rothschild: spingere i limiti dell’innovazione, combinando performance a lungo termine e reinventando il modello di business tradizionale. La Baronessa considera le attività finanziarie e non della sua famiglia come un “laboratorio” imprenditoriale del Gruppo ed è stata capace di trasformarle in attività prospere.


18/07/2017 09:52:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Adelasia di Torres alla Maxi Yacht Rolex Cup

A settembre il team sardo parteciperà alla prestigiosa regata organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda

Volvo Ocean Race: verso Lisbona con Mapfre al comando

La flotta della VOR è quasi tutta compatta all'altezza di Capo Finisterre con Mapfre che guida le danze cercando la vittoria nella Leg Zero

Volvo Ocean Race, Alberto Bolzan: "Perché ho scelto Team Brunel"

Alberto Bolzan è già da alcune settimane impegnato a bordo del VOR 65 battente bandiera dei Paesi Bassi con il quale ha completato la Leg Zero

Primo Rally della Laguna Sud

La prima tappa partirà da Chioggia, sabato 26 agosto alle 11.00 (Raduno alle 09.00 Darsena Mosella) e, attraversando la laguna sud, terminerà a Malamocco

Domenica il Trofeo Formenton TAG Heuer Vela Cup

Anche il pluricampione Tommaso Chieffi alla regata delle vacanze; quest'anno Vittorio Codecasa, con lo Swan 45 Jeroboam Ca’Nova, potrebbe aggiudicarsi per la terza volta il Trofeo

I Campionati del Mondo MicroClass di Annecy

73 barche già iscritte ad una settimana dal via è un record assoluto per la Micro Class. 3 continenti e 10 nazioni rappresentate sono un ottimo biglietto da visita

È iniziato il countdown della XIII Palermo-Montecarlo

Saranno 44 nell’edizione numero XIII le barche sulla linea di partenza lunedì 21 agosto, di cui 20 straniere in rappresentanza di 9 Paesi

Ardi è arrivato a Mahon

Dal 29 agosto al 2 settembre lo stupendo One Tonner, barca scuola del Club Nautico Versilia parteciperà alla XIV Copa Del Rey De Barcos de Epoca, penultima tappa del Panerai Classic Yachts Challenge 2017

"Audi J/70 World Championship": da Moby e Tirrenia super sconti per i partecipanti

La manifestazione nata dalla collaborazione tra lo Yacht Club Costa Smeralda e la Classe J/70 che si terrà dal 12 al 16 settembre prossimi nello splendido scenario di Porto Cervo

Palermo, dalla Cala ai Palazzi Storici. Passeggiata al Piano della Marina

La zona prosciugata attorno all’ anno 1000, veniva anche chiamato ‘’platea marittima’’ e dagli inizi del ‘300 venne bonificato per volere della famiglia Chiaramonte che vi costruì il proprio hosterium, oggi Palazzo Steri

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci