mercoledí, 22 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nautica    platu25    j24    windsurf    volvo ocean race    cala de medici    campionati invernali    vela    press    optimist    dolphin    porti    mini transat    formazione   

GAETANO MURA

Domani Gaetano Mura e il Class40 Italia lasciano Puerto Banùs, ESP, per entrare in Atlantico

domani gaetano mura il class40 italia lasciano puerto ban 249 esp per entrare in atlantico
redazione

Gaetano Mura e Italia, la sua barca a vela Class40 lunga 12 metri, ripartono domani, mercoledì 26 ottobre nel tardo pomeriggio da Puerto Banùs (Marbella, Spagna), dopo il pit-stop dovuto agli adempimenti del World Sailing Speed Recond Council (WSSRC), l'organismo certificatore dei record di navigazione a vela. Adesso finalmente tutto è pronto per la partenza dell’ocean racer per il “Solo Round the Globe Record”, con partenza da Gibilterra e ritorno a Gibilterra.
I commissari del WSSRC hanno indicato la linea di partenza della circumnavigazione di Italia: il passaggio a Sud del Trinity Lighthouse, il faro di Europa Point, sull'estremità della rocca di Gibilterra, dove Gaetano Mura dovrebbe arrivare all'alba di giovedi 27. Il routier meteo dello skipper, Andrea Boscolo, spiega le condizioni che troverà: "All'inizio vento leggero, con possibile rinforzo nel passaggio dello stretto a 20-25 nodi e sensibile corrente contraria, verso est. Avremo pertanto onda ripida e per questo è importante passare lo stretto con la luce del giorno, quindi con visibilità sufficiente per poter gestire le onde e l'intenso traffico marittimo."
Successivamente Gaetano e Italia faranno prua verso le Isole Canarie. I primi tre giorni si prospettano impegnativi, come spiega ancora Boscolo: "Nell'area di navigazione lungo le coste dell'Africa, oltre all'intenso traffico di naviglio da pesca c'è una depressione che potrebbe portare temporali anche localmente significativi. Domenica 30 ottobre mattina dovremmo essere in approccio tra Lanzarote e Fuerteventura. Gaetano passerà tra queste isole e la costa africana; da qui in poi la situazione dovrebbe migliorare e stabilizzarsi."
La linea di partenza confermata dai commissari del WSSRC dopo varie verifiche, darà il via all'impresa di Gaetano e Italia, il “Solo Round the Globe Record” da Gibilterra a Gibilterra. L'indicazione del WSSRC, tra l'altro, considera questo percorso non direttamente confrontabile con il record registrato nel 2013 dal velista cinese Guo Chuan in Class40 (137 giorni da Qingdao a Qingdao, CHN), che pertanto resta come semplice punto di riferimento per la circumnavigazione di Gaetano Mura.
In 1Off, il team di Gaetano Mura, c’è ferma convinzione che il carattere internazionale e la posizione baricentrica di Gibilterra rispetto a Mediterraneo e Atlantico del Nord rendano il percorso appetibile per la replica del record su cui Gaetano andrà a cimentarsi, cosa che è meno facile affermare per la rotta stabilita da Guo Chuan.
Il velista di Cala Gonone, dal canto suo, racconta come ha vissuto questi giorni di pit-stop e come si è preparato alla ripartenza di domani: "Questo pit-stop era una possibilità che avevo messo in conto. Ho cercato di vivere la sosta nel miglior modo possibile, una difficoltà come tante in una impresa lunga come un giro del mondo, l'importante è restare concentrati, per fortuna si riparte velocemente. Di solito si approfitta per fare lavoretti dell'ultimo momento a bordo, ma in questo caso fortunatamente non è stato necessario, la barca è prontissima, come me.”
"Adesso sono concentrato sul passaggio di Gibilterra, che richiede attenzione per il traffico e per la corrente contraria, nei primi tre giorni e fino alle Canarie potrò riposare poco, senza la sosta avrei affrontato questo passaggio già rodato, ma va bene così. In questi giorni abbiamo avuto tanti messaggi di attenzione, per sapere quando sarei ripartito, è una grande sensazione essere seguiti da tanti appassionati, è un onore, è come averli tutti a bordo di Italia."


25/10/2016 22:37:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

Riva Boutique: eccellenza e artigianalità per un Natale in grande stile

Lo store online ufficiale di Riva si arricchisce di nuovi accessori realizzati con lo stile e la qualità del cantiere mito della nautica mondiale, perfette idee regalo per le festività

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

L’Ocean Film Festival World Tour fa tappa a Roma

Kayak, surf, vela, esplorazione subacquea: una selezione di medio e cortometraggi per tutti gli appassionati di mare e avventura - Il 20 novembre al cinema Moderno ore 20:15

All'Arsenale della Marina Regia si presenta il progetto “Sirene nel blu tra mare e cielo”

Il progetto nasce dall’idea congiunta tra la Soprintendenza del Mare e “l’Associazione amici della Soprintendenza del Mare”, di volere attivare una campagna di sensibilizzazione rivolta al rispetto del mare

Besenzoni vince il Dame Design Award 2017

Besenzoni ha ottenuto il riconoscimento finale della sua straordinaria capacità di innovazione: la poltrona pilota P400 Matrix ha ricevuto il più prestigioso premio dato nell’industria marina

Francesco Cappuzzo campione nazionale Wave Windsurf per la seconda volta

Il campione in carica ha prima battuto nella finale del single elimination il milanese Jacopo Testa, campione nazionale Freestyle 2017, giunto terzo, e nell'avvincente finale del double elimination ha sconfitto di misura Andrea Rosati

Progetto "PrimaVela": la Vela sul lago Maggiore

Vela GO è l’ente promotore ed organizzatore di “PrimaVela” che ha dato l’opportunità a una cinquantina di ragazzi dell'Istituto Marcelline di Arona di avvicinare una disciplina sportiva

Volvo Ocean Race: un fine settimana di fuoco

Gli appassionati che seguono la cartografia elettronica, le posizioni e le classifiche della Volvo Ocean Race saranno incollati ai loro schermi per vedere come evolverà la situazione e come sarà il prossimo report

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci