sabato, 18 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

microclass    vela oceanica    nacra 15    circoli velici    centomiglia    420    pesca    rs feva    fiv    attualità    les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    luna rossa    farr 40   

NAUTICA

I dettagli del layout del concept 85m supply vessel di Rosetti Superyachts

dettagli del layout del concept 85m supply vessel di rosetti superyachts
redazione

“La sfida più grande era creare qualcosa di differente rispetto agli expedition vessels esistenti”, spiega Spadolini. “Ho studiato molto attentamente il mercato e ne è nato un design esterno mascolino e senza fronzoli, ma sono i piani generali che rendono davvero diverso questo progetto”. 
La disposizione del ponte di poppa, in particolare, offre soluzioni uniche disegnate per esaltare la vocazione da expedition yacht o supply vessel di questo progetto. Al fine di ottimizzare le manovre dell’elicottero, l’helideck certificato è correttamente posizionato il più lontano possibile dagli alloggi degli ospiti e dalle sovrastrutture di prua.
Arrivando in elicottero, l’armatore può camminare dall’helipad alla sovrastruttura prodiera lungo un passaggio dedicato e accedere direttamente al proprio appartamento su due livelli.
All’arrivo, gli ospiti possono essere accolti nell’enorme salone principale inferiore – completo di dispensa, day toilet e terrazza poppiera – per poi procedere lungo il passaggio coperto sul ponte principale per raggiungere i loro alloggi a prua.
Sotto il salone principale, sul lower deck si trova un altrettanto spazioso beach club con piattaforme laterali apribili, bar, sauna e area massaggi, oltre a un accesso diretto alla zona tender.
Tommaso Spadolini ha sviluppato nel tempo diversi layout, ma il progetto di Rosetti Superyachts gli ha garantito i volumi per realizzare al meglio il suo concept.
“Nonostante i notevoli volumi del ponte dedicati al tender e ai giochi, sono riuscito a sviluppare uno yacht con un volume di oltre 2.000 gross tons diviso tra la sovrastruttura prodiera e l’area ospiti sotto all’helipad”, spiega il designer. “Il passaggio aperto/coperto che collega le due aree è una soluzione unica su uno yacht ispirato agli yacht da lavoro”.  
Il grande appartamento armatoriale è sviluppato su due livelli. La master suite con bagni His and Her è situata sull’upper deck e una scala privata collega con il ponte privato soprastante, che presenta una lounge e una terrazza open-air con vasca idromassaggio con vista sul ponte prodiero.
Quattro cabine ospiti con bagno privato e cabina armadio sono situate sul ponte principale, concepito intorno alla lobby centrale e all’ascensore che serve tutti e cinque i ponti. Il lower deck accoglie la cucina e gli alloggi dell’equipaggio (ulteriori cabine per l’equipaggio sono poste a prua del ponte principale).
Il bridge deck con timoneria, cabina del capitano e area comunicazioni/ufficio è interamente dedicata alla navigazione e offre la massima visibilità. The under-lower deck ha accesso diretto alla sala motori e ospita officina, lavanderia, cella frigorifera, dry store, deposito biancheria, deposito dei rifiuti e altre aree tecniche.
Essendo un progetto full-custom, gli armatori possono scegliere il proprio interior designer, sebbene Spadolini abbia sviluppato una proposta interna che descrive come “contemporanea e confortevole ma non sfarzosa”.  
“Non essendo costretto dai limiti di uno yacht tradizionale o dalle richieste di uno specifico armatore, ho potuto creare soluzioni che rompono la tradizione”, racconta Spadolini. “L’85m è disponibile anche con helipad a centrobarca, ma la versione con helipad a poppa è senza dubbio la più pura espressione di un expedition yacht o di un supply vessel. Capace di viaggiare ovunque e realizzabile con costi relativamente bassi, è lo yacht più autentico che io abbia disegnato nei miei quarant’anni di carriera”.


15/05/2018 13:36:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 650, SAS: Ambrogio Beccaria domina tra i Serie

Ecco la sua prima intervista una volta a terra. Il milanese, ha vinto entrambe le tappe e ha conquistato il titolo di Campione di Francia di Course au Large

Prime multe per il divieto di pesca al tonno rosso

Lo scorso 9 agosto il ministero per le politiche agricole ha firmato un decreto che vieta la pesca del tonno rosso e la Capitaneria di Porto di Policoro ha subito applicato la nuova norma

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Techno 293: 3 volte Campioni del mondo con Speciale, Graciotti e Renna

Mondiale da incorniciare per gli azzurri quello appena conclusosi a Liepāja in Lettonia.

Alla scoperta della Messina misteriosa

Nelle date del 16 agosto 2018 e del 1 settembre 2018 due suggestivi Tour notturni per le vie cittadine, alla scoperta di itinerari insoliti, simboli misterici, leggende e miti

Iniziati a Newport i mondiali classe 420

In rappresentanza dell’Italia nella classifica Open con 73 iscritti provenienti da 15 nazioni abbiamo 7 equipaggi:

Benetti vara lo "Spectre", nuovo omaggio a James Bond

Lo scafo, concepito dallo studio olandese Mulder Design, punta a ottenere prestazioni straordinarie per yacht di queste dimensioni e dispone della nuova tecnologia Ride Control di Naiad Dynamics

Gargnano festeggia l'argento di Waink e Gambarin

Ferragosto di festa al Circolo Vela Gargnano-lago di Garda grazie a Michelle Waink e Claudia Gambarin, vice campionesse d'Europa 29Er alle regate disputate sul mare finlandese di Helsinki

Verve Cup Offshore Regatta: Enfant Terrible è secondo a Chicago

Dopo quattro giorni di regate, e un totale di dieci prove disputate, si è chiusa a Chicago la Verve Cup Offshore Regatta, evento riservato alla classe Farr 40

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci