sabato, 28 marzo 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j24    attualità    vendee globe    giancarlo pedote    cambusa    fincantieri    trasporto marittimo    aziende    america's cup    barcolana    tokio 2020    federvela    giovanni soldini   

CIRCOLI VELICI

Dai Circoli - Il Circolo Surf Torbole conquista tre podi "in rosa” ai Campionati Italiani Giovanili FIV in singolo

Si è conclusa la prima parte degli appuntamenti tricolori giovanili proposti dalla Federazione Italiana Vela per tutte quelle classi veliche riservate ai giovani. E’ così che anche il Circolo Surf Torbole ha affrontato la lunga trasferta fino a Reggio Calabria per prendere parte ad uno degli appuntamenti istituzionali federali più importanti della stagione. Le condizioni non sono state facili, come ci si aspettava per corrente molto forte e altri fattori che hanno sicuramente inciso nella prestazione finale, ma la squadra si è comportata bene, raggiungendo ottimi risultati soprattutto in campo femminile.

Tra i più piccoli del Techno 293, la categoria under 13, Anna Polettini non solo ha conquistato la vittoria e il titolo tricolore femminile, ma si è presa la soddisfazione di arrivare terza nella classifica assoluta, alle spalle di Barletta e Guarnati. Anna, veronese e tesserata per il Circolo Surf Torbole, ha realizzato ottimi parziali concludendo addirittura con una vittoria assoluta nella sesta e penultima prova del Campionato, finendo in parità di punteggio con il secondo assoluto e ad 1 solo punto dal primo. Nella stessa categoria Rocco Sotomayor non è riuscito ad esprimere al massimo le sue capacità, chiudendo ad un comunque buono quinto posto assoluto. Sempre nelle tavole Techno 293 ancora soddisfazioni al femminile con Sofia Renna che si è aggiudicata la vittoria nella categoria under 17 femminile, arrivando quarta assoluta: un paio di terzi in generale dimostrano che è sempre allineata con la categoria maschile, mantenendo un buon passo. Passando alla classe olimpica RS:X gli atleti del coach Dario Pasta hanno dimostrato grande impegno, anche se non sempre hanno raggiunto l’obiettivo podio, come invece successo per Veronica Leoni, terza femminile. Valida la prestazione di Nicolò Gatti, quinto assoluto con buoni spunti nei parziali.

Questo il report finale dell’allenatore del Circolo Surf Torbole Dario Pasta, che quest’anno si è avvalso della preziosa collaborazione tecnica di Antonio Cangemi, che ha seguito i più giovani:"E’ stata una trasferta lunga, sia per la distanza, che per le attese del vento durante le 4 giornate di campionato. I ragazzi sono stati bravi ad affrontare il caldo e le forti correnti dello Stretto di Messina. Nei Techno 293 sono contento per il titolo femminile under 17 di Sofia Renna, che veniva dalla delusione del Campionato Europeo in cui non è riuscita a realizzare quanto sperato; nella stessa categoria Cristina Nodari ha dimostrato che con vento forte mette tutte dietro, tanto che l’unica prova fatta con vento sostenuto ha piazzato un primo femminile e quarto assoluto. Sono molto soddisfatto anche di Anna Polettini vincitrice del titolo tricolore under 13 categoria femminile, nonchè terza assoluta; negli under 13 maschili Rocco Sotomayor, quarto maschile under 13, non ha dimostrato la sua solita grinta in questa regata. Classe Techno under 17 sono stati tutti lì a lottare per il podio, dimostrando di esserci con Gavioli, Modena, Fumagalli, Rosà. Non del tutto contento negli RS:X per Veronica Leoni, 3^ femminile con preziosi punti buttati qua e là, mentre tra i maschi bravo Nicolò Gatti, che si è giocato il podio fino all’ultima prova, seppur fuori allenamento. Da lunedì avremo due atleti del Circolo Surf Torbole impegnati nella categoria kids CH3 per la Coppa Primavela con Mathias Bortolotti e Paolino Fumagalli sulla linea di partenza”.


02/09/2019 13:44:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Meno scatolame e più prodotti freschi: anche a casa facciamo una cambusa intelligente

Appello dì Confagricoltura per acquistare e consumare prodotti freschi: nelle campagne si lavorano prodotti sani e di qualità

L’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale dona 200 mascherine FFP3 ai lavoratori portuali

L’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, grazie a Fincantieri, ha donato 200 mascherine filtranti FFP3 ai portuali che lavorano nello scalo di Palermo

Coronavirus: due passeggeri olandesi della Costa Luminosa in ospedale a Savona

La Regione Liguria ha comunicato che due passeggeri di nazionalità olandese presenti a bordo della nave da crociera Costa Luminosa, attraccata a Savona, sono stati trasportati al Pronto soccorso

Barcolana: il manifesto 2018 per supportare la Protezione Civile

Barcolana ha lanciato oggi, attraverso il proprio sito di e-commerce un’azione di charity mettendo nuovamente in vendita l’iconico manifesto dell’edizione 2018 con “We are all in the same boat”

La e-mobility nei porti italiani

Per le Marine italiane Yess.Energy fornisce un plus che garantisce una fidelizzazione dei clienti, ma anche l'attenzione di un’utenza sempre più attenta ed esigente, soprattutto rispetto alla salvaguardia dell’ambiente

La Veleria San Giorgio produrrà mascherine per gli ospedali liguri

La Veleria San Giorgio, storica azienda ligure fondata nel 1926, ha infatti dato il via alla produzione di mascherine chirurgiche destinate al personale della ASL4 che conta tre ospedali , Sestri Levante, Rapallo e Lavagna

America's Cup: annullata anche la tappa di Portsmouth

L'emergenza Codis-10 non si arresta e la decisione di annullare è ritenuta inevitabile

Slittano le date della Settimana Olimpica Francese alle Hyeres

La FFV (Federazione Francese Vela) ha emesso un comunicato per annunciare lo slittamento delle date della Settimana Olimpica che avrebbe dovuto svolgersi alle Hyeres dal 18 aprile p.v.

Antartide: Enea cerca specialisti e ricercatori per l'inverno 2020/21

La durata dell'incarico è di un anno, da novembre 2020 a novembre 2021 ("Winter Over"), nell'ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) gestito da ENEA

Cambusa - Susianella viterbese, un presidio antico che ha resistito alle omologazioni

Un nome leggiadro, le cui origini si perdono nella storia, per un salame dei poveri dai sentori di sottobosco, che si produce a Viterbo, rimasto a lungo nell’ombra, ora richiestissimo da chef e gourmet

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci