domenica, 22 aprile 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

formazione    volvo ocean race    regate    calvi network    melges 20    fraglia vela    cnsm    lega italiana vela    primavela    kitesurf    press    151 miglia    pesca    marina di varazze    superyacht   

J24

Concluso lo Zonale della Flotta J24 pugliese: Five for Fighting J precede sul podio Marbea

concluso lo zonale della flotta j24 pugliese five for fighting precede sul podio marbea
redazione

Il Mar Grande ha ospitato la seconda e ultima giornata del Campionato VIII Zona J24 che, organizzato ottimamente dal Circolo Velico Ondabuena con la collaborazione della Sezione Velica Marina Militare di Taranto, ha segnato la ripresa della stagione agonistica della Flotta pugliese J24. “La domenica è stata caratterizzata da un vento oscillante tra i 140° e i 170° che all’inizio ha raggiunto i 18 nodi sotto raffica per poi calare progressivamente fino a 6 nodi al termine della giornata.- ha spiegato il barese Marcello Bellacicca, armatore del J24 Ita 450 Marbea (CV Giovinazzo) -Nella prima bolina grande indecisione sulla scelta della vela di prua, ma alla fine tutti gli equipaggi hanno optato per il fiocco, salvo poi cambiare vela durante la prima poppa per presentarsi con il genoa alla seconda bolina. Nella prima prova, alle spalle di ITA 304 Five For Fighting J di Tommaso De Bellis Vitti, è arrivato Ita 406 Doctor J del timoniere-armatore Sandro Negro, mentre al terzo posto ci siamo classificati noi di Marbea. 
Nella partenza della seconda prova è avvenuta una rovinosa collisione tra Doctor J e Ita 301 Piccolo Diavolo di Ferdinando Capobianco (LNI Bari) che ha impedito alle due barche di continuare a regatare.
La seconda e terza prova sono state caratterizzate da un ridotto numero di imbarcazioni e da un’oscillazione significativa del vento, accompagnata dalla difficoltà oggettiva di modificare rapidamente il campo di regata, che ha reso le prove meno avvincenti delle precedenti, limitando le possibilità tattiche e le occasioni di rimonta. La partenza e la prima bolina hanno fatto la differenza e chi è riuscito meglio in questa prima fase è riuscito agevolmente a controllare la regata. Anche queste due prove sono state vinte da Five For Fighting J che ha anticipato in entrambi i casi Marbea.
Nel complesso lo Zonale è stato un ottimo allenamento per gli equipaggi in vista del Campionato Invernale che vedrà la partecipazione, oltre che delle barche presenti allo zonale, anche di altri equipaggi di ottimo livello, tra i quali spiccano Jebedee del capoflotta Nino Soriano, Canarino Feroce, Lumachia, L’Emilio e Buccia di Banana.”
“E’ stata una bella giornata che ci ha permesso di partire sempre bene e portare a casa tre vittorie su tre.” ha aggiunto soddisfatto Tommaso De Bellis Vitti. 
Grazie a cinque vittorie di giornata (sulle sei prove disputate complessivamente nelle due domeniche), ITA 304 Five For Fighting J di Tommaso De Bellis Vitti (LNI Monopoli) ma timonato da Andrea Airò in equipaggio con Raffo Perrini, Gabriele Gorgoni e Marco Raeli, si è meritatamente laureato Campione Zonale J24. Argento per il vincitore della seconda prova dello Zonale, il regolarissimo Ita 450 Marbea armato da Marcello Bellacicca (centrale) e timonato da Toni Macina (in equipaggio con il tailer Franz Impellizzeri, all’albero Marco Di Palo e il prodiere Gianni Del Vecchio; CV Giovinazzo, 9 punti; 2,1,2,3,2,2). Completa il podio Ita 406 Doctor J del timoniere-armatore Sandro Negro (CN L’Approdo, 14 punti; 3,3,4,2,3,3). A seguire Ambra (MM Sez V.Taranto 20 punti), Pulsarino (CV Ondabuena, 24), Alphard (MM Sez V.Taranto, 35), Piccolo Diavolo (LNI Bari 36), Arlecchino (CV Dervio 42) e Bestia Nera (CV Ondabuena, 50). 
La premiazione si svolgerà domenica 20 novembre, in concomitanza con l’inizio del Campionato Invernale J24 dell’VIII Zona che si disputerà in otto giornate, per un totale massimo di 24 prove.


10/11/2016 14:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Banque Polulaire IX: Armel Le Cléac'h racconta la scuffia e il salvataggio

Un elicottero della Marina Reale del Marocco li ha tratti in salvo nel pomeriggio e trasportati a Casablanca

Marina Cala de' Medici, rimettiti in forma con Ego e Volvèr

È un’attività aperta a tutti, è sufficiente iscriversi

North Sails invela il Farr 400 Freccia del Chienti

Ad occuparsi del progetto vele è stato Stefano Schiaffino del team North Sails che, su mandato di Paniccia, ha sviluppato un set completo, pensato per coprire qualsiasi regime di vent

Tutti i vincitori della Garmin Marine Roma per 1/2/Tutti

O' Guerriero si prende la rivincita sul secondo posto in reale perso per soli 8" e vince la Roma per Tutti in IRC e ORC. Conferma del primo posto di Fantini. Alberto Bona e Oris D'Ubaldo vincono la X2 in IRC e ORC

Al via la campagna di solidarietà 2018 di Nave Italia

Equipaggi “speciali” da tutta Italia e dall’estero navigheranno per progetti di educazione, formazione, riabilitazione e inclusione sociale

Evo Yachts torna negli USA per il Newport Boat Show

Prossima tappa: Newport Boat Show. Dal 19 al 22 aprile Il cantiere partenopeo sarà presente a uno dei saloni più attesi della stagione grazie alla nuova partnership con Walter Johnson Yachts

Campionato Italiano per Club 2018: al via la 1ª tappa di selezione

L'evento è organizzato dal Circlo Vela Antignano insieme all’Accademia Navale di Livorno e farà parte del programma velico della celebre “Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

Perini Navi partecipa a YARE 2018

Perini Navi ospiterà i workshop dedicati a comandanti, yacht manager e imprese, che potranno confrontarsi su temi specifici di interesse per il mercato del refit

Mostre: apre domani "D'Aprés la nature" personale di Virgilio Guzzi

l percorso stilistico dell'artista, scomparso 40 anni fa, ha attraversato i decenni più fervidi della storia mondiale dell’arte, partendo da una impostazione ottocentesca sino a giungere alla sua personale scomposizione del reale

Luise Group: nuovi uffici a Portofino, Viareggio, Capri e Castellammare di Stabia

Il viaggio partito da Napoli nel 1847 della famiglia Luise continua dunque nei porti più importanti al mondo, con l'apertura di nuovi uffici e creando addirittura a Napoli nuovi dipartimenti tecnici

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci