martedí, 24 maggio 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

azzurra    j24    reale yacht club canottieri savoia    volcano race    regate    press    dinghy    kite    lega italiana vela    gargnano    farr 40    ufo22    gavitello d'argento   

REGATE

Concluso il Mahyma Half Ton Classic Trophy

concluso il mahyma half ton classic trophy
redazione

Si è concluso il Mahyma Half Ton Classic Trophy, 4° Campionato Nazionale Half Ton Classic, organizzato dal Circolo della Vela di Roma. Dopo due giorni di bastoni nel Golfo di Anzio, la flotta degli Half Ton italiani è partita sabato mattina per disputare la sesta e ultima prova del campionato di classe, un percorso di 75 miglia con l'isola di Ponza da lasciare a sinistra. Lo scirocco previsto ha soffiato a 15 nodi con groppi a fino a 22, costringendo la flotta a bordeggiare con mare formato fino all'isola pontina. La prima barca a passare sotto la Punta della Guardia è stata Purchipetola di Domenico Rega verso le ore 20. Con il tramonto il vento è calato, ha girato a Ovest e ripreso a soffiare a 13 nodi permettendo alla flotta un ritorno veloce verso Anzio, di bolina larga mure a sinistra. Un solo ritiro da segnalare, quello di Eulimene, mente è stata notevole l'impresa dell'equipaggio Cicci VII di Paolo Mirabile che ha concluso la regata dopo aver sistemato un'avaria a una sartia alta.

È Rangiriri, il prototipo Farr 31 dell'armatore Claudio Massucci, barca che vinse nel lontano 1977 la Half Ton Cup di Sydney l'anno stesso del suo varo, ad essersi aggiudicato il premio “Peppino Morasca”, riservato alla prima barca classificata in tempo reale. È stato seguito da Loucura, Farr 31 di serie di Fabrizio Gagliardi, e da Purchipetola, la barca che in tempo compensato è risultata prima classificata nella lunga, seguito da Loucura, Rangiriri ed Elena Celeste.

Al termine della regata, in classifica generale, Elena Celeste di Massimo Morasca ha conservato il primo posto conquistato sui bastoni sin dal primo giorno, dove ha infilato 4 primi su 5 manche disputate. Elena Celeste riprende così il titolo di campione che aveva già fatto suo nel 2010. Questo prototipo in lamellare del 1976 è un “miracolo vivente per tutte le vicissitudini accadute” secondo il suo armatore che ha curato il restauro in modo maniacale e l'ha ottimizzato nel rating (tolto volanti ed accorciato tangone). Oltre allo skipper, tattico e timoniere Massimo Morasca, l'equipaggio di Elena Celeste è composto da Roberto Sorge (tailer), Andrea Orestano (tailer), Mauro Mirenda (drizze), Renato Costi (navigatore) e Pietro Bianchi (prodiere).

Per il restauro eseguito nel rispetto dello spirito originale dell'imbarcazione con materiali ed attrezzature originali, il trofeo Half Ton Spirit Challenge è stato vinto da Donald Duck, il Duck 31 di Vincenzo Mangione che aveva a bordo il velaio Antoine Incarbona e che si è classificato quinto in classifica generale del campionato.

Le prossime tappe del circuito della classe Half Ton Italia sono la Ponza per tutti organizzata dal Nettuno Yacht Club dal 30 giugno al 1mo luglio, una regata costiera organizzata dallo stesso circolo il 6 luglio, l'Asteria Challenge Trophy organizzato dal Circolo della Vela di Roma dal 5 al 9 settembre, la Coppa Italia organizzata dal 21 al 23 settembre dal Club Nautico Roma e, dal 7 al 13 ottobre, il Trofeo Incarbona, organizzato dal Circolo Velico Fiumicino.

Le classifiche complete del Mahyma Half Ton Classic Trophy, 4° Campionato Nazionale Half Ton Classic sul sito www.cvroma.com


11/06/2012 20:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Non è questione di sponsor: La Cinquecento è sempre una "corsa champagne"

Dieci giorni alla partenza de La Cinquecento, la più lunga e grande regata d'altura dell'Adriatico

Napoli: Scugnizza vince il Campionato Nazionale del Tirreno

È Scugnizza Total Lubmarine, di Enzo De Blasio, la barca vincitrice del Campionato Nazionale del Tirreno concluso oggi nel golfo di Napoli. Secondo a pari punti Selene Alifax, di Massimo de Campo poi Sagola Biotrading, di Peppe Fornic

Che coppia a La Cinquecento! Arrivano Zambelli e Tosi

Michele Zambelli presenta la nuova barca con la quale farà la Ostar 2017 e un documentario sulla Mini Transat del 2015

Gavitello: Parma in testa, CNRT insidia il 2° posto a YC Costa Smeralda

I vincitori di giornata in IRC sono il First 45 Vahiné 7 di Francesco Raponi (CNRT) e il J122 Chestress3 di Giancarlo Ghislanzoni (YCI)

Al via la partnership tra Lunatika Sailing Team e NTT Data Italia

Lunatika, vincitrice del Campionato italiano offshore 2015 della Federazione italiana vela, nella categoria per due, ha da sempre sviluppato l'idea di coniugare allo sport e alla vela, l'innovazione digitale e tecnologica

Settimana dei Tre Golfi: Scugnizza Total Lubmarine subito al commando

Il vento, 15 nodi, instabile per direzione, figlio di una perturbazione ancora in corso nel golfo, ha consentito subito il via alle operazioni di partenza ma obbligato un cambio di percorso nella seconda bolina

Va a Enfant Terrible la prima tappa del Farr 40 International Circuit

Si è chiusa con la netta affermazione di Enfant Terrible-Adria Ferries (Rossi-Vascotto, 1-2-1) la prima tappa del Farr 40 International Circuit, evento organizzato da D-Marin Mandolina a Sebenico

I vecchietti terribili del Finn

Torbole meglio di Rio con i campioni olimpici Trujillo e il russo Krutskihk in testa dopo 4 regate. I primi 5 della classifica vantano tutti la presenza ai Giochi Olimpici in questo Mondiale Master da primato

Palermo-Montecarlo, già 18 iscritti

Boom anche per le richieste di imbarco, da parte di velisti disponibili alla regata: ben 43 contatti sono pubblicati nel menu “Info Utili” del sito della regata

Punta Ala: partito il Gavitello d'Argento

Al comando lo Yacht Club Parma (Giumat+2, Stella e WB Five) con 129.9 punti, seguito dallo Yacht Club Costa Smeralda (Thetis, Mela e Ulika) con 113.6 punti e dal Circolo Nautico Riva di Traiano (Duende AM, Vahiné 7 e Vulcano2) con 103.7 punti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci