mercoledí, 20 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

mare    swan    nautica    melges 24    salone nautico    volvo ocean race    campionato invernale riva di traiano    52 super series    azzurra    j70    j24    porti    altura    j/70    rs x    regate   

REGATE

Con un bis di vittorie Dakota vince la veleggiata dei Miti

con un bis di vittorie dakota vince la veleggiata dei miti
redazione

Dakota di Marco Zambon vince su tutti questo appuntamento della veleggiata dei Miti, l’appuntamento appuntamento velico di fine estate organizzato dal Diporto Velico Veneziano dedicato alle imbarcazioni che hanno fatto storia e costruite prima del Duemila. Dakota ha tagliato per prima il traguardo in entrambe le prove di sabato e si è aggiudicata il primo gradino del podio della categoria degli scafi realizzati negli anni Novanta nella categoria A e dunque quelli più grandi. Secondo posto per Mandi di Sagramora e Carlon e al terzo posto Carlotta di Carlo Pitteri. Nella categoria B si è piazzato primo Biba di Vilmo Bullo e seconda Gale 2. Una categoria è stata riservata ai soli Arpege, barca che ha fatto la storia della nautica da diporto. Primo è arrivato Papaja di Paolo Bonafini, secondo Priwall di Paolo Moretti e terzo Shaula.  Prima tra le imbarcazioni uscite dal cantiere negli anni Ottanta vince Pastina di Marco Galuppo e il secondo posto è per Chaparra di Gianmichele Tiburzio. La più numerosa è stata la categoria degli scafi risalenti agli anni Settanta, suddivisa a sua volta ai fini della classifica in quattro gruppi a seconda della lunghezza delle barche. Per il gruppo A ha vinto Mabel di Paolo Massaruti, venuto da Grado per partecipare alla manifestazione. Alle spalle si è classificato Leon Coronato di Giovanni Fabris e terza Sunshine di Walter Raiteri. Nella classe B, primo gradino del podio per Fraba di Renzo Giuponi, secondo per Ciao Bei di Michele Dolcetta e terza Cassiopea di Marco Dissera. Vince per la categoria C Julia di Roberto Bullo, seguita da Kiwi 2 di Dino Ravagnan e terza Trimagist di Bargiacchi. Nella categoria D si è piazzata prima Hurakan di Juan André Turchetto, seguita da Selz di Giovanni Tedesco e quindi da Kasa Legend di Alvise Dissera. Il meteo ha regalato uno splendido sabato di regata che ha permesso di portare a termine le due prove previste, la prima su percorso a bastone completato due volte, la seconda invece è stata ridotta a un solo giro per via del maltempo ormai alle porte. La prima prova è partita regolare con vento da nord di 5 nodi girato poi in levante e rinforzato a 12 nodi nella seconda prova. Annullata la prova di domenica p, la costiera fino alla boa del Cnr causa maltempo.
Sono state 45 barche schierate sulla linea di partenza per questa edizione tornata alle 
​origini, in cui infatti hanno potuto partecipare solo imbarcazioni costruite prima dell’anno duemila. Quest’anno il Diporto Velico nello spirito della tradizione ha scelto di lasciare agli ormeggi le barche che negli ultimi anni correvano i Miti nella categoria Modern.
“Il meteo ci ha graziati – spiega il presidente del Dvv Michele Giorgiutti – ha iniziato a piovere non appena le barche sono rientrate a prove finite. L’organizzazione della manifestazione è stata molto efficiente sia in acqua che a terra con la festa di sabato sera”
“La sfida più avvincente è stata tra le barche appartenenti alla categoria anni settanta – commenta il direttore all’altura del Dvv Jacopo Trevisan – nessuno però è stato in grado di tener testa alla più moderna Dakota, costruita alla fine degli anni Novanta”.


11/09/2017 18:23:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Stazza J70, querelle infinita: lettera aperta di Carlo Alberini

"A pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate"

Davide Sampiero vince il titolo Nazionale Meteor Match Race 2017

A Castiglione del Lago sono scesi in acqua. per contendersi il titolo, ben sei tra i primi dieci classificati dell’ultimo Campionato Nazionale Meteor compreso Lorenzo Carloia neo campione Italiano assoluto e campione match race uscente

Mondiale J70: scintille tra Vincenzo Onorato e lo YCCS

Vincenzo Onorato abbandona il Mondiale J70 in polemica con lo Yacht Club Costa Smeralda

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

L' 11° Childrenwidcup dell’Abe

La regata dei sorrisi con i piccoli dell'ospedale dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civili di Brescia

YCCS: lettera aperta in risposta alle dichiarazioni di Mascalzone Latino

Il mio compito da quando il Commodoro Gianfranco Alberini mi ha chiamato a organizzare le regate dello Yacht Club Costa Smeralda 17 anni fa è sempre stato lo stesso, garantire a tutti i partecipanti lo stesso trattamento imparziale

Allo Yacht Club Porto Rotondo la Fideuram Cup

Dal 15 al 17 settembre, la sfida tra i manager dell’istituto bancario

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

Ferretti Yachts 920: un big a Cannes

Frutto della collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto e Dipartimento Engineering Ferretti Group insieme a Studio Zuccon International Project, il nuovo gigante Ferretti Yachts - LOA 28,49 metri - ha una lunghezza scafo di 23,98 metri

Conclusa con successo la regata Daunia Cup Lions

Vince l’imbarcazione “L’Amante Rossa”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci