martedí, 13 novembre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

campionati invernali    aziende    turismo    j24    press    regate    route du rhum    melges 40    ucina    nautica    este 24    federvela    mini 6.50   

REGATE

Con due vittorie è Le Pelican il protagonista della 35° Transadriatica

con due vittorie 232 le pelican il protagonista della 35 176 transadriatica
Roberto Imbastaro

Con due primi assoluti è Le Pelican di Giorgio Migliorino il vincitore indiscusso della Transadriatica 2018. All’andata da Venezia a Cittanova il vento di scirocco di 12 nodi ha tenuto tutta la notte, seppur in lieve calo verso l’alba, regalando ai regatanti una tappa di andata veloce. Il primo a tagliare l’arrivo a Cittanova è stato Le Pelican alle 7.39 del mattino, seguito a stretto giro da Blu X alle 8.08 e per terzo da Dakota alle 8.17. 

Ai fini della classifica i 36 partecipanti sono stati divisi in classi a seconda della lunghezza dello scafo ed è stato utilizzato per la prima volta la nuova normativa del rating Fiv. Nella tappa di andata, Venezia – Cittanova per la categoria A in tempo compensato ha vinto Dakota di Marco Zambon (CN Chioggia), seguito da Tabata I di Michele Pisoni (Cdvm), e al terzo posto da Bof IV di Andrea Fortini (Levante). Il gradino più alto del podio per la classe B è per Le Pelican di Giorgio Migliorino (Vicenza), secondo per Blu X di Franco Zennaro (Cn Chioggia), e terzo Fior di luna di Mimmo Dupuis (Cn Chioggia). Vince nella categoria C Sophie di Enrico Catarra (Dvv), seguita da Grafite di Stefano Ferro (Dvv) e da Ave Maria di Alberto Pelosi (Dvv). Nella categoria D l’oro è per Spritz di Paolo Cosmo (Dvv), argento per Ciao Bei di Michele Dolcetta (Dvv) e bronzo per Micromega di Alessandro Dolfin (Cdvm). Si è aggiudicato il primo posto nella categoria E Oznons di Philippe Ferret (Dvv), seguito da Lasse Maja di Gianfranco Marzocchi (Dvv) e terzo da Spiuma di Walker Martin (Dvv). Per ultima la classe F dove comanda Penelope di Sergio Trevisan (Caorle), seconda Polaris di Sandro Rabitti (Dvv) e terzo Maxi di Lino Spinosa (Dvv). La premiazione è stata fatta durante la cena di venerdì sera a Cittanova. 

A Cittanova sono stati due giornate di festa e riposo prima della partenza per la tappa del ritorno, la più dura delle due. La partenza da Cittanova ieri sera è stata puntuale alle 20.30 nonostante il vento leggerissimo. Prima sono partite le classi A e B e a seguire le altre classi. Bonacce e brezze leggere sono state protagoniste tutta la notte: condizioni difficili che hanno portato più di qualcuno alla scelta di ritirarsi. Ancora una volta a tagliare l’arrivo tra le dighe del porto di San Nicolò alle 14.01 è stato Le Pelican, seguito da Spritz e al terzo posto da Non Solo Vela di Giorgio Barutti. 

Al termine delle due tappe, dunque, la classifica in tempo compensato secondo rating Fiv incorona vincitore della 35° Transadriatica per la categoria A è Dakota, argento per Tabata I e bronzo per Bof IV. La classe B vede al primo posto in classifica Le Pelican, seguito da Blu X e al terzo posto da Selvatica di Fabio Bertozzi (Cdvm). L’oro nella categoria C è di Ave Maria di Alberto Pelosi (Dvv), al secondo posto si è piazzata Sophie e al terzo Grafite. Nella classe D si riconfermano le posizioni della prima prova con Spritz al comando, seguita da Ciao Bei e da Micromega. Lo stesso vale nella classe E dove sale sul gradino più alto del podio Ozons, un gradino più in basso sale Lasse Maja e nel terzo Spiuma.  Per le barche più piccole della categoria F la vittoria è di Penelope, secondo Polaris e terzo Maxi. Le premiazioni saranno a settembre al Diporto Velico durante la cena in occasione della regata dei Miti.

“L’andata è stata molto piacevole grazie a un ottimo vento che ci ha accompagnato seppur in calo per tutta la regata, e solo un paio di imbarcazioni non han concluso in tempo il percorso – commenta il presidente del Diporto Velico Veneziano Luigi Zennaro -   Siamo soddisfatti per l’aver adottato il controllo a Bibione della barca-boa che ha preso i tempi di passaggio certificando la regolarità del percorso per tutti i regatanti. Più difficile è stato il ritorno dove è stato premiato chi si è tenuto più sotto costa riuscendo per primo a prendere la leggera brezza. Ha funzionato bene anche il sistema di rating che ci ha permesso la suddivisione in categorie omogenee per caratteristiche. Per il prossimo anno comunque stiamo già studiando alcune modifiche per rendere la manifestazione sempre più accattivante”.


03/06/2018 22:36:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Con 35 barche in difficoltà è una Route du Rhum solo per stomaci forti

In 35 hanno abbandonato o si sono rifugiati in porti sicuri in attesa che passi la tempesta

Route du Rhum: disalbera Isabelle Joschke

Disalbera Isabelle Joschke. La velista sta bene e sta tentando di raggiungere la costa francese a motore

Route du Rhum: anche Samantha Davies costretta all'abbandono

I grandi colpi della tempesta su Initiatives-Coeur, hanno delaminato lo scafo costringendo Sam Davies a dirigersi verso terra

Route du Rhum: vince Joyon all'ultimo respiro

Battuto per soli 7 minuti François Gabart, in testa fino alle Basse Terre e bruciato nell'ultima virata

Route du Rhum: Andrea Fantini di nuovo in mare

I maxitrimarani della classe Ultime stanno per tagliare il traguardo in Guadalupa con Macif di Francois Gabart in leggero vantaggio (40 miglia) su Francis Joyon con Idec Sport

Il Campionato Invernale di vela del Mar Ionio si arricchisce con il Trofeo Matera

L’11 novembre, nello specchio di mare antistante il Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci, prenderà il via l’ottava edizione del Campionato Invernale di vela del Mar Ionio, Trofeo Megale Hellas

Domenica al via il 48° Campionato invernale vela d’altura del Golfo di Napoli

La 48 esima edizione della manifestazione velica si aprirà con la Coppa Arturo Pacifico organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia , divisa in due tappe: 11 e 18 novembre

Soldini, Pedote, Bissaro: professori d'eccezione per i Mini 6.50

Giovanni Soldini, Giancarlo Pedote e Vittorio Bissaro si calano nelle parte dei docenti nel 1° Clinic Mini 6.50 organizzato dalla FIV

Melges 40: le Grand Prix Finals 2018 si aprono nel segno di Stig

Stig, detentore del circuito 2017 e vincitore della Copa del Rey 2018 (ultimo evento disputato dalla flotta Melges 40 sulla strada per Lanzarote) rispetta al meglio il pronostico che lo voleva in grande stato di forma

Per il Marina Blu di Rimini una cartella esattoriale da 1,1 mln di euro

UCINA: la complessa vicenda normativa dei canoni demaniali dei porti turistici colpisce il Marina Blu di Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci