giovedí, 27 aprile 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    platu25    alinghi    gc32    regate    coppa del mondo    j70    andrea mura    protagonist    barcolana    solitari    vela    turismo    vele d'epoca    cio    nautica    half ton    rotte golose    5.5   

LEGA ITALIANA VELA

Cinque vittorie per il Club Canottieri Roggero di Lauria nella seconda giornata di regata

cinque vittorie per il club canottieri roggero di lauria nella seconda giornata di regata
redazione

 Una giornata intensa a Cala Galera per la Lega Italiana Vela: onde e vento hanno messo a dura prova equipaggi e imbarcazioni. Undici i match disputati grazie all’esperienza del Comitato di Regata e del Principal Race Officer, si è comunque superato il traguardo dei due terzi del programma di questa tappa di selezione della Italian Sailing League con ancora un giorno di regate a disposizione.
Un disalberamento, una collisione e la perdita della drizza di una randa hanno complicato i piani del Comitato di Regata, ma l’organizzazione del Club ospitante, il Circolo Nautico e della Vela Argentario, e della stessa Lega Italiana Vela hanno consentito di arrivare a un totale di 32 race completati con una classifica che si è accorciata nelle posizioni di vertice e che lascia ancora apertissimi i giochi per conquistare un posto nella metà alta del tabellone, essenziale per l’accesso alla Finale nazionale di Napoli a fine ottobre.
Protagonista in acqua oggi l’equipaggio del Club Canottieri Roggero di Lauria, con al timone Matteo Ivaldi, che ha conquistato cinque vittorie in altrettante prove disputate, portandosi a soli 2,5 punti dal CNVA capolista e riscattandosi dopo un inizio di evento con diversi piazzamenti.
“Siamo riusciti ad arrivare qui solo giovedì sera - ha spiegato il Capitano Gabriele Bruni - e il fatto di non aver potuto provare le barche ci ha condizionato nella prima giornata. L’esperienza accumulata ieri e anche le condizioni meteo di oggi, con un vento più forte, ci hanno permesso di esprimerci al meglio e credo che ci sarà una bella lotta con l’equipaggio dell’Argentario, sono molto giovani ma molto bravi. Ci sarà da divertirsi, anche perché il format di queste regate è tra i più belli che abbia mai fatto, non solo perché ci sono elementi vari dalla regata di flotta al match race, ma anche perché mette in competizione diretta i Circoli e valorizza i Club più che il singolo atleta. Voglio ringraziare il Circolo Nautico e della Vela Argentario - ha concluso Bruni - perché come Club ospitante ci sta facendo davvero sentire a casa, e per un velista in questo tipo di manifestazioni è una cosa importantissima”.
La classifica provvisoria vede in testa il CNVA (16,5pt) seguito dal CCRL (19), in lotta per il terzo gradino del podio troviamo lo Yacht Club Italiano (21) e il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo (23,1), seguiti da Club Velico Crotone (27), Lega Navale Napoli (27), Yacht Club Gaeta(33) e Yacht Club Santo Stefano (36). Queste al momento le prime otto posizioni valide per l’accesso alla Finale nazionale di Napoli, ma Lega Navale Follonica (37), Diporto Nautico Sistiana (37) e Circolo Vela Brindisi (37,4) inseguono a breve distanza. Chiudono il tabellone il Club Nautico Gela (43), Ali6 Club Vela (50), Yacht Club Capri (51), Circolo nautico Torre del Greco (51) e Compagnia della Vela Forte dei Marmi (54), penalizzato di tre punti per una collisione in Race 32 con il CN Torre del Greco.
“E’ stata una giornata molto impegnativa - ha spiegato il Principal Race Officer Giuseppe D’Amico - con un numero così elevato di club ogni imprevisto, piccolo o grande che sia, quando impedisce ad una barca di regatare causa delle difficoltà organizzative. Il disalberamento di questa mattina è stato risolto molto velocemente ma ci ha comunque costretto a svolgere tre match con un equipaggio in meno, chi non ha potuto regatare ha ricevuto riparazione. Rientra nelle regole del gioco, sono regate aggressive dove possono esserci imprevisti e gli equipaggi sono pronti ad accettarlo. Nel pomeriggio invece - ha continuato D’Amico - abbiamo deciso di interrompere la regata quando due barche hanno avuto problemi, per avere il tempo di ripararle. Nel frattempo però le condizioni meteo sono peggiorate e abbiamo interrotto con vento sopra i 18 nodi e onda di un metro e mezzo in aumento, condizioni non più praticabili per gli equipaggi. Domani partiremo il prima possibile e cercheremo di fare il maggior numero di regate, ne mancano 13 e se il meteo ci assiste potrebbe essere fattibile concludere l’intero programma di 45 race”.


01/10/2016 23:12:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il CNRT contro i "Furbetti del Trackerino"

Dalla prossima regata verranno certificati i tracking delle barche e la loro traccia costituirà una prova in sede di proteste

Torna la Duecento: la XXIII edizione dal 5 al 7 maggio

A meno 2 settimane dal via, oltre 50 iscritti

Prosecco moldavo? No grazie!

La questione riguarda la vicenda – ben nota al Consorzio Prosecco Doc - del "Prosecco Pronto", prodotto in Moldavia dalla Bulgari Winery

Numeri incredibili di pubblico e media per la partenza di Vento di Sardegna

I saluti ufficiali delle istituzioni e dei partner del progetto OSTAR sono stati emozionanti, così come la presenza della Brigata Sassari

Torna Corri sull’acqua – Windsurf 4 Amputees

Oltre 20 ragazzi con diverse amputazioni agli arti inferiori grazie ai quali è stato possibile, modificando l'aspetto tecnico e la didattica, studiare e approfondire le problematiche specifiche per l'apprendimento del windsurf

FIV: un concorso per il Poster della Coppa Primavela

Il disegno di Letizia Turturiello vincitore nel 2016

Dopa la RomaX2 che fai? TATtacchi alla Lunga Bolina!

Tanti reduci dalla Roma per si troveranno alla partenza della Lunga Bolina, calendarizzata strategicamente una settimana dopo con cui parte il TAT

222 Minisolo, al via la II edizione

Modalità solitario per il terzo appuntamento del Campionato Italiano Mini 6.50

Winexpress, il bicchiere di vino monodose entra in cambusa

E' una novità tutta italiana, pensata, realizzata e distribuita dalla Vinicola Consoli di Olevano Romano

Iniziata la 1^ Selezione Nazionale Optimist di Bari

Vento sui 10 nodi in calare ha visto primi di batteria i romani Nuccorini e Gradoni

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci