lunedí, 25 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

marina militare    tp52    vele d'epoca    solidarietà    melges 20    regate    volvo ocean race    altura    mini 6.50    press    circoli velici   

CENTRI VELICI

Charlie Victor Charlie Storie di vento di vela e di mare

charlie victor charlie storie di vento di vela di mare
redazione

Il CVC Centro Velico Caprera compie 50 anni e per festeggiare questo importante anniversario ha scelto di raccontarsi in un libro. Ricordi, personaggi e accadimenti si avvicendano tra le pagine di CHARLIE VICTOR CHARLIE Storie di vento di vela e di mare e danno vita a una narrazione fatta di straordinarie fotografie e di parole intense e sincere. Un progetto che ripercorre la storia di quest’associazione fondata nel 1967 dal Touring Club Italiano e dalla Lega Navale Italiana, sotto l'Alto Patronato della Marina Militare Italiana.
CHARLIE VICTOR CHARLIE Storie di vento di vela e di mare - Touring Club Editore è il risultato di un lavoro corale che ha visto coinvolti istruttori, allievi ed ex-allievi del Centro Velico Caprera. Ognuno ha dato il proprio personale contributo alla definizione di un’opera poliedrica, che ha preso forma grazie all’esperienza editoriale di due istruttori del CVC, Alberto Coretti e Floriana Cavallo, fondatori del magazine dedicato al mare Sirene. Al progetto hanno preso parte anche il fotografo Omar Sartor, Sergio Juan che si è occupato dell’art direction e Luca Zanoni, altro istruttore CVC, in qualità di photo editor.
Realizzato in un formato che valorizza i contenuti fotografici, CHARLIE VICTOR CHARLIE Storie di vento di vela e di mare è anche il frutto di una ricerca sull’identità della scuola attraverso il lettering. Sono emersi due caratteri tipografici di grande personalità che hanno caratterizzato la storia del CVC: il rigoroso Helvetica che per molti anni ha contraddistinto la scuola nella sua veste ufficiale (programmi, locandine, brochure) e lo Stencil che, con il suo allure rétro, un tempo veniva utilizzato per la segnaletica della base di Caprera e per scrivere i nomi delle barche sulle stesse.
Due caratteri tipografici per due poli diversi, Milano e Caprera; per due ecosistemi differenti, terra e mare; per due percorsi comunicativi distinti, razionale ed emotivo. Il concept grafico del libro nasce proprio con l’intento di valorizzare questo dualismo tipografico e identitario, all’interno di una visione grafica fresca e contemporanea. Anche la scelta di utilizzare carte riciclate Favini, oltre a sottolineare il ruolo di CVC nella tutela dell’ambiente, va nella stessa direzione: una carta di grande modernità che, per la sua natura materica e tattile, evoca il mondo ruvido e slavato “degli oggetti di mare”.
Il volume diventa così uno straordinario mezzo per vivere un’esperienza inedita di quello spirito e di quei valori che da 50 anni accompagnano la vita del Centro Velico Caprera. Il ritmo del racconto è cadenzato dalla scansione per decenni della sua storia.
Quello raccolto nel libro è un prezioso patrimonio culturale e umano che il CVC Centro Velico Caprera vuole condividere con tutti coloro che desiderano, anche solo per un momento, avvicinarsi a uno stile di vita unico e a un'esperienza indelebile. Una testimonianza autentica di una realtà eccezionale che è riuscita a coniugare perfettamente gli aspetti di sostenibilità sociale e quelli sportivi/formativi.
CHARLIE VICTOR CHARLIE Storie di vento di vela e di mare rivela una piccola grande storia italiana che attraverso le persone, ha cambiato il modo di andare per mare; racconta un approccio alla vela e alla natura vigoroso e diretto, che difficilmente trova eguali: il CVC Centro Velico Caprera, con una flotta di cento imbarcazioni, 2.000 istruttori volontari, 120mila allievi, ha alfabetizzato alla vela tre generazioni di ragazzi e oggi guarda al futuro facendosi carico di nuova responsabilità nei confronti del mare, dell’ambiente, ma soprattutto dell’uomo.
La magia del CVC Centro Velico Caprera si rinnova immagine dopo immagine, racconto dopo racconto, pagina dopo pagina in questo nuovo volume che sorprende fin dalla sovra-copertina che si dispiega in un grande poster con mappa dell’isola e i piani velici di tutta la flotta della scuola in questi primi cinquant’anni.


29/05/2017 20:13:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Assegnati a Forio i titoli di Campione Italiano ORC 2018

Altair 3 di Sandro Paniccia conferma il suo titolo. Nel Gruppo B successo diExtrema, X35 di Andrea Bazzini

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

Italiano Altura: due prove con vento leggero nella seconda giornata ischitana

Nelle acque dell’isola verde si sono svolte due prove di giornata nonostante un vento debole e instabile che ha costretto il Comitato di Regata di rinviare la prima partenza di quasi due ore

MASBEDO a Manifesta 12 Palermo | altri due weekend per visitare l'installazione all'Archivio di Stato di Palermo

Sabato 23 e domenica 24, e sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, dalle ore 10 alle ore 20 l'installazione site-specific Protocollo no. 90/6 (2018) del duo MASBEDO per Manifesta 12 sarà nuovamente fruibile all’interno dell’Archivio di Stato di Palermo

Kiel: Cesare Barabino oro nel Laser 4.7

Cesare Barabino dello Yacht Club di Olbia si aggiudica la medaglia d’oro nella classe Laser 4.7 distaccando il secondo classificato, l’olandese Paul Hameeteman di ben 41 punti ...

Forio d'Ischia: parte il Campionato Italiano Altura

Le acque dell’isola di Ischia faranno da palcoscenico alle sessantatré imbarcazioni, per un totale di oltre ottocento atleti che si daranno battaglia per quattro giorni sui due campi di regata al largo di Forio d’Ischia

La Serenissima celebra la tradizione con il VI Trofeo Principato di Monaco - Vele d'Epoca in Laguna

Per il quarto anno il Trofeo, seconda tappa della “Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico” 2018, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia

Volvo Ocean Race: tappa decisiva

E’ quella in cui veramente ci si gioca il titolo. La leg 11 partirà giovedì 21 giugno da Göteborg, in Svezia, diretta all’Aja nei Paesi Bassi e sarà una sfida totale per i primi tre team della classifica generale, MAPFRE, Team Brunel e Dongfeng Race Team

Grande successo per la 30+Trenta

Il percorso costiero prevede la partenza davanti al porto di Fiumicino con arrivo al molo della marina di Riva con attenzione alle secche di Capolinaro. Il ritorno percorso inverso con arrivo al traverso del molo verde di Fiumicino

Italiano Altura: dopo la prima giornata al comando Mela ed Extrema

Le imbarcazioni hanno portato a termine una prova nel corso di una giornata caratterizzata da bel tempo e vento debole intorno ai 7-8 nodi fino al pomeriggio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci