sabato, 10 dicembre 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

gaetano mura    altura    marina di varazze    52 super series    press    alinghi    vela oceanica    guardia costiera    suzuki    regate    campionati invernali    windsurf    yacht club sanremo    laser    nautica   

AZZURRA

Cascais Cup, Azzurra condivide la leadership con Quantum

cascais cup azzurra condivide la leadership con quantum
redazione

Giornata di vento leggero e instabile con onda formata sulla costa atlantica portoghese, condizioni di difficile interpretazione per i tattici e gli strateghi dei TP52.  Sostanzialmente, il vento è stato in costante rotazione da ovest verso nord ovest, ma in certi momenti il campo di regata ha offerto maggior pressione sul lato sinistro, favorendo le barche che si trovavano in quella zona apparentemente meno favorita.
Nella prima prova Azzurra è partita perfettamente in barca Comitato, allungandosi al comando nella prima bolina. In poppa, la barca dello YCCS ha subito strambato sul lato destro del campo per coprire l’analoga manovra di Quantum che seguiva, mentre Bronenosec ha proseguito solitaria scendendo sul lato sinistro del campo e pescando il jolly vincente della prova: Azzurra seconda e Quantum terzo.
La seconda prova è partita con il vento decisamente ruotato a nordovest, la boa di bolina a 320°. Azzurra ha fatto un’altra ottima partenza portandosi al comando e navigando sul lato destro, quello più favorevole, in teoria. In pratica le barche che si sono trovate a navigare, alcune più per necessità che per scelta, sul lato sinistro sono arrivate in vantaggio alla boa di bolina. Azzurra, scivolata in ottava posizione, ha recuperato in poppa per poi portarsi fino al quinto posto al termine della seconda bolina, a mezza lunghezza da Platoon. Al comando Sled seguito da Bronenosec e Quantum. Ma è stato l’ultimo lato di poppa a rivoluzionare il risultato finale: Platoon da sinistra ha passato tutti vincendo su Sled e Quantum il quale, con questo terzo posto nella prova, vince matematicamente la 52 Super Series 2016.  Azzurra ha tagliato il traguardo al fotofinish con Alegre, sembrava un settimo posto, invece è stato un ottavo.
Guillermo Parada, skipper: “E’ stata una giornata complessa, nella prima prova siamo partiti al comando e in controllo per tutta la bolina. Poi, i continui salti di vento hanno consentito a Bronenosec di passarci, ma noi ci siamo comunque piazzati con un ottimo secondo posto. Nella seconda prova siamo partiti bene e navigato sul lato destro normalmente favorito, ma non questa volta. Abbiamo riconquistato posizione su posizione fino a un discreto quinto posto al termine della seconda bolina, ma nell’ultima poppa abbiamo nuovamente perduto quanto faticosamente guadagnato. Questo fa parte del gioco, ma noi continuamo a competere facendo di tutto per ottenere il meglio.”

Vasco Vascotto tattico: “Non era una giornata normale oggi a Cascais, con il vento da nordovest il bordo destro normalmente è favorito, ma oggi non è stato proprio così. Purtroppo nella seconda regata abbiamo buttato via 3 o 4 punti e c’è un po’ di rammarico per questo, la nostra velocità in poppa non era al meglio e forse ho sbagliato io anche io nel posizionarmi. Un peccato, ma stiamo lottando in testa e continuiamo a ricavare dati utili per la prossima stagione.”
Si riprende domani alle 12, 30 ora locale le 13, 30 in Italia con la terza prova della serie. Se le condizioni meteo lo consentiranno si svolgeranno tre prove a bastone per recuperare almeno parzialmente la giornata odierna. Come sempre saranno disponibili il Virtual Eye sul sito www. azzurra.it e gli aggiornamenti sui social dal campo di regata.

Standings after day 3 (4 races)
EGNOS 52 SUPER SERIES Cascais Cup
 
1 Azzurra, ITA (Pablo/Alberto Roemmers ARG) (1,1,2,8) 12 pts
2 Quantum Racing, USA (Doug DeVos USA) (4,2,3,3) 12 pts
3 Sled, USA (Takashi Okura USA) (2,6,4,2) 14 pts
4 Platoon, GER (Harm Müller-Spreer GER) (5,7,7,1) 20 pts
5 Bronenosec, RUS (Vladimir Liubomirov RUS) (8,8,1,4) 21 pts
6 Provezza, TUR (Ergin Imre TUR) (3,4,9,6) 22 pts
7 Rán Racing, SWE (Niklas Zennström SWE) (7,3,8,5) 23 pts
8 Gladiator, GBR (Tony Langley GBR) (6,5,10,9) 30 pts
9 Alegre, GBR (Andrés Soriano USA) (10,10,5,7) 32 pts
10 Phoenix, USA (Richard Cohen USA) (9,9,6,10) 34 pts
 
 52 SUPER SERIES season overall standings
 
1. Quantum Racing, 125 pts
2. Azzurra, 192 pts
3. Rán Racing, 214 pts
4. Provezza, 218 pts
5. Platoon, 227 pts
6. Bronenosec Gazprom, 231 pts
7. Alegre, 257 pts
8. Sled, 258 pts
9. Gladiator, 313 pts

 


13/10/2016 20:46:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Gaetano Mura: danni per Italia sdraiata da 65 nodi di vento

Gaetano Mura:"Ho lottato invano per 40 minuti che mi sono sembrati un' eternità, sotto quello sforzo, spendendo sino all'ultima goccia di energia e di forza dentro le mie braccia e tutto il mio corpo".

Tir: sicurezza stradale a rischio per autisti stranieri senza formazione

Sono circa il 20% della forza lavoro alla guida nelle imprese di autotrasporto italiane, ma il coinvolgimento di patenti estere nel totale degli incidenti che vedono protagonisti mezzi pesanti supera ampiamente il 40%

Invernale Riva di Traiano: di Lunatika il primo centro nella "Per2"

Vincono Lunatika (Per2), Ulika (Regata), Twins (Crociera) e Giuly del Mar (Gran Crociera) in una giornata caratterizzata da un grande equilibrio in tutte le classi

Campionato Meteor del Golfo di Napoli: Yanez vince il Trofeo Circolo Canottieri Napoli

Una flotta di 30 imbarcazioni che ospita anche alcuni team provenienti da Bracciano e dal Trasimeno

Matteo italo Ratti nuovo Presidente sezione cantieristica Confindustria Livorno Massa Carrara

Inoltre è stato eletto Graziano Giannetti, Amministratore dell’Azienda Metalquattro di Cecina

Extreme Sailing Series: Alinghi in testa dopo la prima giornata

Condizioni di vento extreme a Sydney, ma Alinghi c’è e guida la classifica provvisoria. Spettacolari le foto delle regate odierne con le imbarcazioni in full foiling

L’austriaco Christian Binder vince la 12ª edizione dell’International Christmas J24 Match Race

Atleti da 8 nazioni del vecchio continente si sono dati battaglia in un week end di regate a match race a bordo dei J24, organizzato dalla Sezione di Trieste della Lega Navale

Gaetano Mura e Italia, con il vento forte arriva il record di percorrenza in 24 ore

Passato il meridiano di Greenwich, Capo di Buona Speranza è a un passo. In arrivo un fronte con vento a 40-45 nodi

Giro di boa per la Monteargentario Winter Series e l’Argentario Coastal Race

Ottimo riscontro di partecipanti e gradimento per l’innovativa formula proposta dai Circoli dell’Argentario

RORC Transatalntic Race: MaseratiMulti70 a 142 miglia da Grenada

Vittoria per Phaedo nella categoria multiscafi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci