lunedí, 23 gennaio 2017

NAUTICA

Cantieri Navali Austin Parker sigla un importante accordo commerciale con l'americana Chris-Craft


Anno importante il 2016 per i Cantieri Navali Austin Parker: il costruttore toscano dei classici yacht, nati dal raffinato design dell'architetto Fulvio De Simoni, sigla un importante accordo commerciale con l'americana Chris-Craft per la produzione di un modello denominato 42 Commander, presentato a luglio alla rete mondiale dei dealer presso il quartier generale di Sarasota (Florida). Da agosto, nel cantiere pisano, è iniziata la produzione in serie del modello che prevede 2 vari al mese per i prossimi 3 anni. Il Commander 42, presentato in prima europea a Cannes è ospitato al Salone Nautico di Genova presso lo stand di Austin Parker. Le novità riguardano anche la propria gamma che si andrà ad arricchire della nuova ammiraglia, uno yacht di 74 piedi il cui progetto viene presentato al Salone Nautico di Genova e la cui costruzione è prevista nel 2017.
Questo nuovo corso del brand Austin Parker è frutto del rinnovamento del management e dello staff dei collaboratori, dei grandi investimenti ed energie profuse, conseguenza di un cambio di passo che, negli ultimi 3 anni, ha portato alla costruzione di una rete commerciale capillare (nazionale ed internazionale, con particolare attenzione agli USA), rendendo il brand sempre più solido e conosciuto nel mondo.

NUOVO PROGETTO AUSTIN PARKER 74 FLY S

L' Austin Parker 74 Fly S è la prima unità della nuova linea di yacht, da 74 a 104 piedi, che i Cantieri Navali Austin Parker si apprestano a lanciare, dopo aver affermato la propria linea di yacht “classici” da 36 a 72 piedi.
Il nuovo 74 Fly S si fa notare per l’eleganza e per alcune soluzioni tecniche ed estetiche particolari: il progetto ha sviluppato un concetto di imbarcazione che, pur mantenendo lo stile e il design “classico” del brand, adotta soluzioni tipiche delle “navette” così da rendere comoda la vita a bordo: un esempio sono gli ampi e protetti walk-around laterali che corrono, a bordo alto, lungo le fiancate. A prua, un innovativo bow-space rende piacevole il soggiorno di più persone che dispongono di sedute e prendisole.
Il flybridge è una delle parti più caratterizzanti dello yacht: per effetto dei montanti ad “ala" laterali, quest’area sfrutta quasi totalmente la larghezza del baglio consentendo di offrire agli ospiti, oltre alla piscina Jacuzzi, l’angolo bar, la zona pranzo, il grande prendisole e la plancia di guida.
Il flybridge, protetto da un top che può essere aperto, ha un doppio accesso: dal pozzetto tramite una scala incassata nella murata e dal salone principale, con una scala che resta contenuta nella torretta che fa da colonna portante dell’hard-top.
A poppa, una piattaforma idraulica scende sotto il livello dell’acqua e serve il grande hangar che ospita tender, jet-ski e water-toys.
All'interno, colpiscono la grande luminosità degli ambienti, interamente realizzati su misura, e l'attenzione per i dettagli, curati in ogni aspetto: tecnico, estetico e funzionale.
L'ampia suite armatoriale, è situata a centro scafo per sfruttare le massime dimensioni del baglio e il massimo comfort: il grande bagno di servizio ha il wc separato e la vasca da bagno separata.
Gli spazi sono paragonabili a quelli di uno yacht di dimensioni molto superiori.
In totale, il layout prevede ben 4 cabine doppie, servite ognuna dal proprio bagno e una cabina a 3 letti, con bagno di servizio, per l'alloggio dell'equipaggio, totalmente separata e indipendente a poppa.
Il progetto ha inoltre tenuto conto della vocazione crocieristica dello yacht, prevedendo la possibilità di scegliere fra la versione “planante” e la versione “dislocante”, in modo da interpretare, in fase costruttiva, le esigenze dell’armatore.
Ancora una volta, l’intuizione e la creatività del progettista Fulvio De Simoni, di concerto con l’ufficio tecnico e commerciale del Cantiere, ha prodotto un “grande classico” destinato a portare sempre più lontano il brand Austin Parker.
La produzione e il varo della prima unità sono previsti nel 2017.


22/09/2016 21:18:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: una costiera con vento, delfini e qualche fiocco di neve

Pochi i fiocchi di neve caduti sulla regata, ma tanto vento e tanti i delfini che hanno accompagnato le vittorie di Pierservice Luduan (Regata), Lunatika (Per 2), Twins (Crociera), Giuly Del Mar (Gran Crociera)

Vendée Globe: Maitre Coq, Matteo Miceli e il pollo sbagliato

In arrivo le ultime due barche con i foil (escluso Pieter Heerema), poi inizia il Vendée Globe dei poveri

Stagione 2017, lo Yacht Club Cala de’ Medici riparte alla grande con un calendario ricco

Il primo dei corsi è in programma per il 21 gennaio e consisterà in una giornata formativa sanitario – marittima in cui verranno trattate le fondamentali conoscenze per la gestione del primo soccorso in ambiente velico e marittimo

Vendée Globe: previsto alle 18:00 l'arrivo di Le Cleac'h

Apoteosi finale per il francese che ha staccato di 85 miglia lo skipper britannico e si avvia a godersi il meritato trionfo a Les Sables d'Olonne

Vendée Globe: Hugo Boss fa il record nelle 24 ore

Tra le Ieri 8:00 di ieri mattina (ora italiana) e quelle di oggi lunedì 16 gennaio 2017o, 2017, Alex Thomson ha viaggiato alla stupefacente media di 22.36 nodi

Vendée Globe: Armel Le Cleac'h, la sua vittoria miglio dopo miglio

Tutti i numeri della vittoria dello "Sciacallo", che ha tenuto testa a tutti i tentativi di Alex Thomson senza scomporsi quasi mai

Azimut Yachts accelera la crescita: +15% a valore nei primi 4 mesi dell’anno

La divisione del Gruppo Azimut Benetti, focalizzata sulle imbarcazioni a motore dai 12 ai 35 metri, ha raccolto ordini per oltre 221 milioni di euro

Varato il nuovo superyacht di 74 metri di CRN

Spettacolare e imponente combinazione di competenza ingegneristica e design innovativo, CLOUD 9 è il frutto della stretta collaborazione tra il cantiere CRN

Seatec e Compotec 2017: sull’onda della ripresa

Complice il clima positivo che si è instaurato nel settore nautico Seatec e Compotec 2017 si stanno scaldando per un’edizione ricca di proposizioni

TP52: Quantum concreto, sorpresa Provezza in testa

Quantum Racing prende quota in classifica con un secondo e un primo posto di giornata, seconda piazza nella generale per gli americani

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci