lunedí, 27 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

classi olimpiche    fraglia vela riva    altura    regate    press    derive    seatec    turismo    formazione    barcolana    suzuki    cala de medici    vela oceanica   

J24

Campionato Zonale Puglia J24: Five for Fighting e Marbea dominano la prima giornata

campionato zonale puglia j24 five for fighting marbea dominano la prima giornata
redazione

Nello splendido campo di regata del Mar Grande è ripresa la stagione agonistica per i J24 della Puglia. Il Campionato Zonale, organizzato come sempre in modo impeccabile dal Circolo Velico Ondabuena con la collaborazione della Sezione Velica Marina Militare di Taranto, è articolato su due domeniche. Sei le regate previste complessivamente. 
Le numerose imbarcazioni partecipanti sono arrivate da tutta la Puglia: Bari, Monopoli, Brindisi, Lecce ed hanno scelto Taranto in quanto il Mar Grande, lo "stadio del vento tarantino”, offre le condizioni ottimali per far divertire gli appassionati di vela. Novità di questa edizione è la scelta di un percorso di regata con un lato più corto che consente all'organizzazione di poter sistemare il campo di gara proprio davanti al lungomare della Città, rendendo così lo sport della vela visibile alla cittadinanza.
La prima giornata è stata caratterizzata da uno splendido sole e un vento tra i 5 e i 14 nodi oscillante tra i 340° e i 20°, che ha impegnato molto i tattici e ha reso possibili numerosi cambiamenti di classifica nel corso delle regate. “La tramontana è una condizione particolare per chi regata a Taranto perché è un vento che si incanala tra le vie della Città e arriva al mare cambiando direzione ed intensità, disturbando le scelte tattiche dei regatanti.”- spiegano gi esperti locali.
I giudici hanno fatto disputare le tre regate sul percorso corto da mezzo miglio con quattro giri da compiere in ogni prova, scelta che ha reso ancora più avvincenti e “nervose” le tre prove disputate. 
Il duello più serrato ha visto opporsi Ita 304 Five For Fighting e Ita 450 Marbea che spesso si sono alternate al comando con gli altri J24 molto vicini e pronti ad approfittare di ogni minimo errore degli avversari. Particolarmente avvincente è stata la terza prova nella quale Marbea, giunta prima alla boa di bolina, è stata poi superata di poppa da quattro imbarcazioni. La distanza molto ravvicinata con gli avversari, i salti di vento e le manovre continue, hanno, però, permesso alla barca di Marcello Bellacicca di rimontare fino al secondo posto, alle spalle dell’ottimo equipaggio di Tommaso De Bellis Vitti.
Alla fine tutti gli equipaggi  si sono riuniti per un pasta party offerto dagli organizzatori.
La classifica provvisoria al termine della prima giornata vede al primo posto Ita 304 Five for fighting di Tommaso De Bellis Vitti (LNI Monopoli), timonato da Andrea Airò (4 punti; 1-2-1 i parziali). Segue ad un solo punto di distanza Ita 450 Marbea di Marcello Bellacicca (CV Giovinazzo), timonato da Tony Macina (5 punti; 2-1-2). Terza posizione per Ita 406 Doctor J del timoniere-armatore Sandro Negro (CN L’Approdo, 10 punti; 3,3,4). A seguire Ambra (MM Sez V.Taranto 13 punti), Alphard (MM Sez V.Taranto, 15), Pulsarino (CV Ondabuena, 20), Piccolo Diavolo (LNI Bari 21), Arlecchino (CV Dervio 22.) e Bestia Nera (CV Ondabuena, 30). Nel complesso, una manifestazione ancora apertissima ad ogni risultato, visto l’equilibrio e la buona preparazione degli equipaggi che si sono sfidati nelle acque tarantine.  La seconda e ultima giornata dello zonale si disputerà domenica 6 novembre. 


19/10/2016 12:18:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

Edd China lascia Affari a 4 Ruote

a nuova produzione americana (Velocity Channel) gli aveva chiesto di non effettuare tutte le riparazioni per risparmiare tempo e soldi. "Questa nuova direzione non mi trova d'accordo, perché penso che venga compromessa la qualità del mio lavoro".

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Marina Cala de’ Medici diventa ora anche palestra di preparazione

Palestra di preparazione per gli armatori che hanno di recente acquistato i loro Mylius e si accingono alle prime prove in mare di regata, in attesa dei prossimi appuntamenti a livello italiano, europeo e mondiale

Tavola rotonda al Porto Marina Cala de’ Medici con l’Assessore regionale Stefano Ciuoffo

Temi cardini integrazione Porto-territorio e del prossimo salone di Viareggio

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

Regata Nazionale 420: prima giornata a secco di vento

Il ricordo per il giudice e arbitro di regata Flavio Marendon

Comandanti e designer al Seatec 2017

Alla 15° edizione due delegazioni di comandanti di grandi yacht e di designer, s’incontrano con le aziende espositrici su tematiche comuni e dedicate

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci