mercoledí, 24 gennaio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j24    formazione    suzuki    club nautico versilia    nautica    centri velici    lega italiana vela    luna rossa    riva    classi olimpiche    matteo miceli    pesca    azimut yacht    regate    giovanni soldini    press    ferreti group   

VOLVO OCEAN RACE

Blair Tuke sale a bordo di MAPFRE, alla caccia del grande triplete della vela

blair tuke sale bordo di mapfre alla caccia del grande triplete della vela
redazione

Alla ancor giovane età di 27 anni, il kiwi è già uno dei velisti più titolati del pianeta e sale a bordo della barca spagnola fresco della recente vittoria nella Coppa America e con una medaglia d’oro olimpica al collo, ottenuta a Rio 2016. Blair Tuke, che ha anche vinto per quattro volte consecutive il mondiale della classe 49er ed è stato eletto Velista dell’Annno ISAF nel 2015 darà il suo importante contributo allo skipper spagnolo Xabi Fernández per cercare di conquistare il giro del mondo a vela, un’avventura ai limiti dell’estremo e lunga ben 45.000 miglia.

“L’idea di fare la Volvo Ocean Race mi ha sempre appassionato, fin da quando ero un ragazzino. Tutti quelli che mi conoscono bene sanno che ho voluto correre questa regata, fin da prima di fare la Coppa e i Giochi. Sono così felice di avere avuto questa opportunità. E correre con MAPFRE è qualcosa di speciale.” Ha dichiarato Tuke. “Ho regatato molto con Xabi nei 49er e quando la regata ha fatto tappa a Auckland nell’edizione 2014/15 sono stato a bordo di MAPFRE per la In-Port Race e la partenza, quindi ho potuto vedere cosa succede a bordo. Il team è composto da velisti molto bravi e credo che questa sia una grande chance per me. Sono davvero felice di salire a bordo di MAPFRE.”

La Volvo Ocean Race sarà un vero battesimo del fuoco nella vela oceanica per Tuke e, con i monotipo Volvo Ocean 65 che dovranno coprire tre volte più miglia negli oceani meridionali, sarà una bella scuola. “Non mi faccio illusioni, so di avere molto da imparare. Ho un po’ di esperienza di vela d’altura ma correre un evento di questo livello sarà qualcosa di nuovo per me.” Ha continuato Tuke, aggiungendo: “Pensare di arrivare ad Auckland e poi di ripartire di nuovo per gli oceani meridionali è incredibile, ma prima devo imparare tantissimo e fare esperienza su come far correre al meglio queste barche. Sono contento della sfida, ne ho affrontate altre in passato, e mi piace dover imparare in fretta, non vedo l’ora.”

Entrare a far parte di un team della Volvo Ocean Race completa quelli che sono stati 12 mesi incredibili per Tuke, che ha vinto la medaglia d’oro a Rio 2016 nella classe 49er, con il suo amico e timoniere Peter Burling. La coppia neozelandese si è aggiudicata l’oro con due prove di anticipo, con un incredibile margine di 43 punti sui più diretti inseguitori, lo scarto maggiore in qualsiasi classe da quando si è adottato il sistema di punteggio moderno, medaglia che è andata ad aggiungersi all’argento ottenuto a Londra 2012.

Burling e Tuke hanno poi avuto un ruolo centrale nella campagna Emirates Team New Zealand in Coppa America, vincendo un altro evento di primaria importanza in meno di un anno. “E’ bello vedere come tutta la nostra nazione segua Volvo Ocean Race. Ha preso il cuore dei kiwi, grazie alla sua storia incredibile. Siamo al centro del mondo ora nel nostro paese, basti vedere l’accoglienza che abbiamo ricevuto con Emirates Team New Zealand, che dimostra quanto importante sia la vela per noi. Vedere tutte quelle barche in porto quando abbiamo portato la Coppa e fatto un piccolo tour è stato davvero cool, ed è una cosa che di solito si vede quando arriva la Volvo Ocean Race, o quando la Coppa era ad Auckland l’ultima volta. La vela è nel nostro cuore e la tappa della Volvo Ocean Race nel 2018 sarà incredibile.”

Dal 1973, vincere la Volvo Ocean Race è stata una vera e propria ossessione per alcuni dei più grandi velisti del mondo, che hanno voluto dimostrare di potersi aggiudicare la più dura regata oceanica del pianeta. Lo skipper di MAPFRE Xabi Fernández, anche egli vincitore di un oro e un argento olimpico, ha passato gli ultimi dieci anni cercando di vincere la Volvo Ocean Race e questa volta ha messo insieme un gruppo di velisti molto esperti e vincenti. “Blair è una bella aggiunta al team” ha detto Fernández. “Nessuno può mettere in dubbio il suo talento e sono assolutamente convinto che sarà una pedina fondamentale del gruppo, nel suo ruolo di trimmer e timoniere. Ho incontrato Blair per la prima volta nel 2010 quando ci ho regatato contro di lui e Peter Burling nell’ultimo campionato del mondo cui ho preso parte. Poi nel 2012, quando siamo arrivati ad Auckland con la Volvo Ocean Race, ci siamo allenati con loro in preparazione dei giochi di Londra 2012.” Ha spiegato ancora Fernández. “Nell’edizione 2014/15 è venuto a bordo di MAPFRE per la ProAm e il giorno della partenza era il nostro jumper. In quella occasione ci ha detto che un giorno avrebbe voluto partecipare alla Volvo Ocean Race."

MAPFRE è uno dei sette team che saranno sulla linea di partenza di Alicante il 22 ottobre insieme a Dongfeng Race Team (skipper Charles Caudrelier), team AkzoNobel (Simeon Tienpont), Vestas 11th Hour Racing (Charlie Enright), Team Sun Hung Kai/Scallywag (David Witt), Turn the Tide on Plastic (Dee Caffari) e Team Brunel (Bouwe Bekking).

La regata visiterà 12 diverse sedi di tappa e si concluderà a L’Aja a fine giugno 2018.


14/07/2017 20:36:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

100 Vele per Telethon

Organizzata dal Centro Velico Siciliano, con la collaborazione dei Circoli Velici Riuniti. Anche quest’anno sono stati raccolti dei fondi, già donati alla Fondazione Telethon e alla Uildm

Riprendono i campionati all'Argentario

Le condizioni meteo ideali hanno consentito al CNVArgentario di approfittarne per disputare anche la Coppa Fabrizio Serena, rimandata il 6 gennaio a causa delle averse condimeteo

Rete FVG Marinas Network: salgono a 20 i Marina aderenti

La Rete parteciperà alle principali Fiere nautiche europee “Esportiamo la passione per la nautica”

1° Trofeo Nazionale Giangiacomo Ciaccio Montalto

Regata velica commemorativa in occasione del XXXV anniversario dall’omicidio del magistrato Giangiacomo Ciaccio Montalto

Ferretti Yachts compie 50 anni e si regala Dovizioso

L’accordo di sponsorizzazione, annunciato durante la conferenza stampa al BOOT di Düsseldorf, prevede la presenza del marchio del cantiere sulla tuta del campione forlivese in tutte le 19 tappe del MotoGP 2018

Matteo Miceli e Paolo Nespoli: gli opposti alla prova del giro del mondo

Antonino Zichichi: "Riflettendo sugli esperimenti importanti per il pianeta, ci sono due modi di fare il giro del mondo: quello tecnologico di Paolo Nespoli in 90 minuti e quello primordiale di Matteo Miceli in 5 mesi"

Azimut Yachts: a Dusseldorf con due nuovi modelli e numeri in crescita

Primo bilancio dall’inizio dell’anno nautico (settembre 2017), per Azimut Yachts è decisamente positivo: il brand, infatti, ha registrato un trend di crescita del portafoglio ordini pari a +30% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente

Fincantieri con Regione e Sindacati per lo sviluppo del lavoro in Friuli Venezia Giulia

Firmato un protocollo di politica attiva per l’occupazione

Maserati Multi 70: partiti alla conquista del record sulla rotta Hong Kong-Londra

Per battere il primato dovranno tagliare il traguardo sotto il ponte Queen Elizabeth II sul Tamigi prima del prossimo 1 marzo

La flotta di Ferretti Group conquista il Boot di Düsseldorf

Il Gruppo comincia bene il 2018 esponendo un’ampia e variegata flotta che comprende la world première Ferretti Yachts 920 e due première per il mercato tedesco: Riva 56’ Rivale e Riva 76’ Perseo

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci