sabato, 18 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

surf    clima    j24    melges 40    volvo ocean race    protagonist    disabili    riva    nautica    windsurf    attualità    guardia costiera    mare   

NAUTICA

Besenzoni al Mets di Amsterdam

besenzoni al mets di amsterdam
redazione

Dal 14 al 16 novembre Besenzoni sarà al METS (Marine Equipment Trade Show) di Amsterdam con una gamma ampliata di prodotti in esposizione all’interno dell’Italian Pavillon (stand 1565) e del SuperYacht Pavillon (stand 10708).
Tra questi ci sarà la poltrona pilota P400 Matrix in nomination per il prestigioso DAME – Design Award 2017, candidata in particolare per la categoria “Equipaggiamento interno, arredi, materiali e accessori elettrici utilizzati in cabina”.
Image
Accanto alla poltrona Matrix – che potrà essere declinata in tre varianti in base alle caratteristiche della seduta e arricchita con numerose personalizzazioni – Besenzoni porterà in fiera in anteprima mondiale la scala bagno SI 154 manuale con 5/7 o 9 gradini molto ampi in teak e dettagli in carbonio, la nuova scala SI 603, la porta pantografo elettrica laterale e il sistema Sun Awnings con pali in carbonio.
Il METS di Amsterdam – confermandosi ancora una volta come il più importante salone mondiale per “gli addetti ai lavori” – è una esposizione fondamentale per l’azienda di Sarnico che in questa occasione ha la possibilità di mettere in mostra le ultime novità di componenti dedicati a tutte le categorie del settore nautico e navale: yacht di medie e piccole dimensioni, superyacht ed imbarcazioni commerciali. Besenzoni – che ha visto in 4 anni un aumento del fatturato del 12% – sta puntando infatti a una espansione di tutto il mercato, attraverso una strategia di crescita che fa forza sullo sviluppo costante di nuovi prodotti e processi costruttivi.
Innovazione del prodotto e Ricerca & Sviluppo sono infatti una priorità a cui Besenzoni dedica continui investimenti e che nell’ultimo triennio sono stati del 9% del totale. In particolare, accanto alla progettazione e lavorazione interna, l’azienda di Sarnico collabora da alcuni anni con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Bergamo insieme alla quale si studiano e si verificano nuovi prodotti. “Oltre allo sviluppo del prodotto, grazie a questa importante collaborazione con l’Università andiamo sicuramente ad “arricchire” il nostro reparto di ingegneria con una nuova linfa vitale che lavora con noi attivamente per quanto riguarda la progettazione di nuovi concept, e per dare continui spunti ed idee che per noi sono estremamente importanti”, afferma Giorgio Besenzoni, amministratore delegato dell’azienda.
La presenza di Besenzoni al METS di Amsterdam con una ricca collezione di nuovi prodotti non fa che confermare una stagione molto positiva per l’azienda che in questo 2017 ha raggiunto l’importante traguardo di 50 anni di attività affermandosi a tutti gli effetti come punto di riferimento mondiale per l’accessoristica nautica.
La flessibilità operativa che l’azienda ha saputo conservare in tutti questi anni consente oggi di offrire, accanto alla progettazione di serie, una vasta gamma di prodotti su misura, sulla base delle indicazioni di architetti, designer e progettisti in grado di risolvere le richieste più complesse da clienti sempre più esigenti.
Besenzoni progetta e costruisce prodotti per la nautica da diporto e commerciale che si caratterizzano per un design semplice e funzionale, molto riconoscibile, attraverso però rigorosi studi strutturali, scrupolosi collaudi di ogni singolo componente che lo rendono altamente affidabile e un’assistenza ininterrotta.
Oggi Besenzoni è presente in 50 Paesi con 187 punti di rappresentanza commerciale e un network di assistenza diretta composto da 164 unità operative in tutto il mondo coordinate dall’ufficio centrale. La produzione si suddivide in 7 collezioni – passerelle, movimentazione alaggio/varo tender (gruette, carroponti, plancette, slitte), poltrone pilota e supporti poltrona, scale bagno, supporti tavolo, custom project e carbon line – che si fregiano di 60 brevetti e numerosi riconoscimenti e premi dal mercato internazionale ottenuti negli anni.
 


06/11/2017 18:47:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Ad Otranto la III regata "Piu' Vela per Tutti"

In onore di Lele Coluccia, grande uomo di mare

"Caccia ai pirati somali” il libro di Gualtiero Mattesi

L’Ammiraglio Mattesi, Comandante del gruppo di 5 navi sotto insegne NATO nell’operazione «Ocean Shields», ha spiegato che i pirati attuali, altro non sono che criminali senza scrupoli

Marina Cala de’ Medici, riprendono i lavori in diga foranea per l’allungamento della berma sommersa

Stamani l’incontro in Porto della 4ª Commissione Consiliare del Comune di Rosignano M.mo col Prof. Aminti per l’aggiornamento sullo stato lavori

Transat Jacques Vabre: strambata involontaria per Giancarlo Pedote

Inizio di regata movimentata per Fabrice Amedeo e Giancarlo Pedote, che però reagiscono cercando di recuperare una posizione, miglio dopo miglio

Volvo Ocean Race: incontri ravvicinati del tipo equatoriale

Per la prima volta dall’inizio della seconda tappa, sono meno di 50 le miglia che separano il leader dal settimo team, la flotta si è compattata e le calme equatoriali stanno rispettando la loro fama

FVG Marinas: il 2017 si chiude con un +30% di transiti

Rete FVG Marinas Network: è tempo di bilanci. 30% in più di transiti nei Marina del Friuli Venezia Giulia nella stagione turistica

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

La vela d’altura protagonista a Viareggio per la chiusura della stagione agonistica del Club Nautico Versilia

La tradizionale manifestazione è stata affiancata da una graditissima novità che invitava i regatanti a raccontare, attraverso immagini fotografiche, tutte le fasi della regata, il proprio equipaggio, la propria barca o le imbarcazioni avversarie

Transat Jacques Vabre: vittoria e record per Sodebò

Thomas Coville e Jean Luc Nélias hanno tagliato il traguardo della 13ma Transat Jacques Vabre vincendo nella categoria Ultimes davanti a Sebastien Josse e Thomas Rouxel

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci