lunedí, 19 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    kitesurf e windsurf    nauticsud    regate    vela    volvo ocean race    x-yachts    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group   

NAUTICA

Benetti presenta ufficialmente a Miami Benetti Now Fast

benetti presenta ufficialmente miami benetti now fast
redazione

Il Cantiere Benetti, leader mondiale nella costruzione di superyacht di lusso, prosegue nella volontà di anticipare le esigenze dei suoi armatori. Sostenuto dalle ampie competenze tecniche acquisite in oltre 140 anni di leadership nel settore e dalle riconosciute capacità creative, amplia la sua numerosa flotta con i nuovi progetti Benetti Now FAST, che si affiancano agli yacht Benetti Now. I progetti Benetti Now – superyacht custom in acciaio e alluminio superiori ai 50 metri – hanno riscosso enorme interesse dopo il lancio al Monaco Yacht Show 2016 e oggi “raddoppiano” con i nuovi modelli FAST.
Il progetto FAST si rivolge a tutti quegli armatori che vogliono un superyacht con volumi e comfort tipici di una classe dislocante ma con velocità superiori. Caratteristica principale dei progetti è quella di garantire tutto il comfort che si ritrova nella categoria dislocante accanto a performance e velocità superiori.
I progetti Benetti Now FAST coniugano gli eleganti tratti tipici delle barche firmate Benetti con linee più aggressive e sportive e si svilupperanno su tre modelli differenti – il BF164’ (50 metri), il BF 184’ (56 metri) e il BF224’ (68 metri). Ogni modello inoltre avrà una corrispettiva variante X (BF164’ X, BF 184’ X e BF 224’ X) per distinguere le versioni con il raised pilot house.
Per la creazione di tutti i modelli Benetti Now FAST il cantiere ha selezionato un team di tecnici e designer di fama internazionale: Omega Architects ha dato forma alle linee, rendendole aggressive e dinamiche, Mulder Design si è invece occupato dell’architettura navale creando una carena prestante e veloce in totale comfort, Team 4 Design – Enrico Gobbi ha infine espresso al meglio l’arte italiana nella creazione di interni speciali.
I progetti Benetti Now FAST offrono un alto livello di customizzazione per soddisfare come sempre le richieste e i bisogni degli armatori; a loro Benetti mette a disposizione tutta l’esperienza di un cantiere con 140 anni di storia. L’alta possibilità di personalizzazione viene offerta su tre differenti piani di progetto: layout esterno e interno – con versioni a sun deck chiuso o con timoneria rialzata, ma anche con suddivisioni personalizzate degli ambienti – il decòr altamente flessibile, e la motorizzazione offerta in diverse varianti di potenza.  
Lo stile degli ambienti interni di tutti i superyacht Benetti Now Fast è contemporaneo e lussuoso pur rimanendo sobrio, mantiene i capisaldi del design italiano ed esalta la vivibilità di bordo. In particolare, i tre modelli sono stati pensati con stili differenti, ma che al tempo stesso possono essere adattati e inseriti indistintamente su ognuno dei modelli.Per quanto riguarda le prestazioni, Mulder Design – conosciuto nel settore per il grande know-how nella progettazione di carene ­- ha realizzato uno scafo che, mantenendo spazi e comfort di uno yacht dislocante, permette di offrire prestazioni superiori del 30%, mantenendo stabilità e riduzioni di rumore e vibrazioni, grazie anche alla scelta dell’acciaio come materiale per lo scafo nei modelli di taglia maggiore.
Viaggiare a velocità più elevate permetterà quindi di ridurre sensibilmente i tempi di trasferimento, una qualità molto apprezzata e ricercata dagli armatori di oggi. Un altro punto di forza della carena dei progetti Benetti Now FAST è quella di avere un’immersione decisamente inferiore ai superyacht dislocanti, pur mantenendo ottime caratteristiche di navigazione.
Gli studi di ottimizzazione applicati alla carena del Benetti Now FAST si basano principalmente su tre capisaldi: studio della struttura, della resistenza, e della stabilità. Lo scafo così realizzato consente di ottenere comfort e velocità elevate, guadagnare sicurezza e affidabilità riducendone anche i consumi.


17/02/2017 18:05:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci