mercoledí, 24 gennaio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j24    formazione    suzuki    club nautico versilia    nautica    centri velici    lega italiana vela    luna rossa    riva    classi olimpiche    matteo miceli    pesca    azimut yacht    regate    giovanni soldini    press    ferreti group   

WINDSURF

Belle regate al Campionato nazionale Slalom a Torbole

belle regate al campionato nazionale slalom torbole
redazione

Mattinata di riscatto sul Garda Trentino nella terza giornata del Campionato nazionale Slalom organizzato dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con AICW (Ass. It. Classi Windsurf) e FIV-Federazione Italiana Vela. Dopo il riposo forzato di venerdì, sabato mattina ne è valsa la pena partire presto per sfruttare tutto il vento da nord che man mano si è disteso sull’Alto Garda fino a raggiungere anche i 20 nodi. Con partenza poco dopo le 8:30 come da programma è partita la seconda semifinale del primo tabellone maschile, per poi dare spazio alla seconda finale donne e alla finale vincenti uomini. Ed è stato subito spettacolo con partenze in piena velocità e strambate, che in alcuni casi hanno deciso la classifica finale. Per quanto riguarda gli uomini è stato completato il primo tabellone ad eliminazione diretta, mentre nel secondo si è arrivati alla finale vincenti, fermandosi però alla finale perdenti per calo di vento. La finale del primo tabellone è stata vinta con un certo margine da Andrea Ferin, seguito da Andrea Rosati che ha passato al photofinish Bruno Martini, terzo. Le batterie del secondo tabellone sono seguite a ritmo incessante fino ad arrivare alla finale vincenti con i migliori slalomisti del momento (che gareggiano anche in Coppa del Mondo), confrontarsi nella stessa heat insieme a molti giovani, come i locali Jacopo Renna, Massimiliano Loncrini, Daniel Slijk, il sardo Mattia Onali e il calabrese Francesco Scagliola. La battaglia è stata da subito tra i “big” con Malte Reuscher primo fin dalla partenza (nel primo tabellone una caduta lo ha escluso dalla finale), che ha tagliato il traguardo davanti al portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini e il romano Andrea Rosati. Anche se il secondo tabellone deve disputare la finale perdenti le prime posizioni provvisorie maschili sono definite: in testa il campione in carica slalom Bruno Martini, sebbene in parità di punteggio con Andrea Rosati secondo; terzo posto provvisorio per Andrea Ferin, quarto l’altro atleta del Circolo Surf Torbole Daniel Slijk, quinto Malter Reuscher. Subito dietro i giovani con Mattia Onali sesto,  settimo Massimiliano Loncrini, Ottavo Scagliola e nono il locale Jacopo Renna.
Le regate di questa mattina delle ragazze sono iniziate in modo un po’ anomalo, dato che alla partenza della prima heat di giornata (seconda in assoluto) solo la cagliaritana Marta Maggetti è partita precisa allo start, evidentemente concentratissima per recuperare la caduta del primo giorno, che le è costata il terzo posto parziale. Le altre concorrenti sono partite molto in ritardo, permettendo alla Maggetti di vincere in solitario. Decisamente più avvincenti le successive finali in cui Flavia Tartaglini e Marta Maggetti sono tornate a sfidarsi a suon di strambate e planate, che oggi sono state un po’ più a favore della Maggetti. Ora le due atlete solitamente in gara sulla classe olimpica RS:X sono in parità con 3,4 punti, ma con la Tartaglini prima, per aver vinto l’ultima regata. Segue la siciliana Bruna Ferracane, terza a 4,6 punti di distacco.
Nel pomeriggio non si sono disputate regate per assenza di vento da sud, così domenica, ultimo giorno della manifestazione utile per assegnare i titoli tricolori slalom, si tornerà a gareggiare la mattina presto per sfruttare il più affidabile, in questa stagione, vento da nord. Tutto è ancora possibile perchè la classifica è davvero cortissima: si preannuncia un finale di campionato davvero emozionante!

foto: Andrea Mochen©


14/10/2017 17:01:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

100 Vele per Telethon

Organizzata dal Centro Velico Siciliano, con la collaborazione dei Circoli Velici Riuniti. Anche quest’anno sono stati raccolti dei fondi, già donati alla Fondazione Telethon e alla Uildm

Riprendono i campionati all'Argentario

Le condizioni meteo ideali hanno consentito al CNVArgentario di approfittarne per disputare anche la Coppa Fabrizio Serena, rimandata il 6 gennaio a causa delle averse condimeteo

Rete FVG Marinas Network: salgono a 20 i Marina aderenti

La Rete parteciperà alle principali Fiere nautiche europee “Esportiamo la passione per la nautica”

1° Trofeo Nazionale Giangiacomo Ciaccio Montalto

Regata velica commemorativa in occasione del XXXV anniversario dall’omicidio del magistrato Giangiacomo Ciaccio Montalto

Ferretti Yachts compie 50 anni e si regala Dovizioso

L’accordo di sponsorizzazione, annunciato durante la conferenza stampa al BOOT di Düsseldorf, prevede la presenza del marchio del cantiere sulla tuta del campione forlivese in tutte le 19 tappe del MotoGP 2018

Azimut Yachts: a Dusseldorf con due nuovi modelli e numeri in crescita

Primo bilancio dall’inizio dell’anno nautico (settembre 2017), per Azimut Yachts è decisamente positivo: il brand, infatti, ha registrato un trend di crescita del portafoglio ordini pari a +30% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente

Fincantieri con Regione e Sindacati per lo sviluppo del lavoro in Friuli Venezia Giulia

Firmato un protocollo di politica attiva per l’occupazione

Maserati Multi 70: partiti alla conquista del record sulla rotta Hong Kong-Londra

Per battere il primato dovranno tagliare il traguardo sotto il ponte Queen Elizabeth II sul Tamigi prima del prossimo 1 marzo

La flotta di Ferretti Group conquista il Boot di Düsseldorf

Il Gruppo comincia bene il 2018 esponendo un’ampia e variegata flotta che comprende la world première Ferretti Yachts 920 e due première per il mercato tedesco: Riva 56’ Rivale e Riva 76’ Perseo

Matteo Miceli e Paolo Nespoli: gli opposti alla prova del giro del mondo

Antonino Zichichi: "Riflettendo sugli esperimenti importanti per il pianeta, ci sono due modi di fare il giro del mondo: quello tecnologico di Paolo Nespoli in 90 minuti e quello primordiale di Matteo Miceli in 5 mesi"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci