martedí, 6 dicembre 2016

BARCOLANA

Barcolana 2016, Fast and Furio Sailing Team presenta Alfa Romeo: nuova barca, stessa passione


Il progetto Fast and Furio Sailing Team
Questa start up nasce con l’idea di far comprendere e promuovere, non solo nel mondo della vela, l’importanza del lavoro di gruppo, della sinergia tra le persone e di come con l’azione collettiva dei suoi membri si ottengano risultati maggiori rispetto all’azione dei singoli. Fast and Furio Sailing Team ambisce a diventare il mezzo per veicolare questo importante messaggio adesso e nel futuro.
L’equipaggio, oltre a sei velisti americani, schiera una serie di giovani triestini: “La filosofia del progetto, - sottolinea Benussi- è proprio quella di lavorare e far crescere le giovani generazioni. Un progetto a 360 gradi. Non solo in mare ma anche a terra, a livello imprenditoriale e di organizzazione di eventi.”
Il commodoro
Quest’anno il Fast and Furio Sailing Team si pregia dell’onore di avere come commodoro il vincitore della prima Barcolana: Piero Napp. Nel 1969 vinse, con Betelguese, la prima edizione della storica regata velica triestina. Da allora non manca mai all'appuntamento, partecipando con uno dei suoi rimorchiatori, il "Pegasus", che da decenni offre ospitalità alla Giuria.
L’imbarcazione
Lo Schockwave è un Maxi72 progettato da Reichel Pugh per Neville Crichton. E’ stato costruito da McConaghy e presentato nel 2008 come Alfa Romeo III. Nel settembre del 2008 ha vinto la MaxiYacht Rolex Cup, con Torben Grael come skipper. Successivamente con George Sakellaris come proprietatrio ha cambiato nome in Schokwave è ha vinto due volte la Newport Bermuda Race, la Carribean 600, Key West race week, Montego Bay Race and Giraglia, solo per citarne alcune tra le più prestigiose.
Il Maxi 72 ha subito un’ulteriore radicale trasformazione nel 2013, dallo scafo alla coperta, attraverso una versione innovativa che ne ha aumentato la performance.
(Lunghezza 22 metri, larghezza 5,4 metri e pescaggio 5,4 metri.)
Le attività della barca inizieranno dopo il suo arrivo a Trieste da La Spezia.
Il maxi72 verrà ormeggiato presso il Molo Audace a Trieste dando inizio al denso programma della settimana della Barcolana con uscite giornaliere per allenamenti e uscite dedicate agli ospiti.
Il Fast and Furio Sailing Team verrà seguito dal giovane fotografo e videomaker Alberto Lucchi che produrrà il backstage di Alfa Romeo.


APPUNTAMENTI

Giovedì 6 ottobre, h 10.00 Conferenza stampa presso stand di Fast and Furio Sailing Team, Molo Audace
Giovedì 6 ottobre, h 17.00 il Team sarà presente all’incontro “Navigare in sicurezza” organizzato assieme alla Banca Popolare di Cividale, presso la loro sede triestina in Corso Italia 6, nel contesto di Barcolana in Città.
Venerdì 7 ottobre, h 19.00 presso lo stand, “USA 60272 Party”, serata assieme al Fast and Furio Sailing Team e ai suoi sponsor
Sabato 8 ottobre, h 9.00, “A bordo con i velisti in erba”, il team ospiterà a bordo le giovani leve del mondo della vela.
Sabato 8 ottobre, h 10.00 evento Vodafone – Snapchattiamo per Barcolana in città alla presenza del Team.

SPONSOR

Alfa Romeo - Banca Popolare di Cividale - Bastianich Azienda Agricola – Bepi Tosolini - Bio Molecular Systems - Blitz Exclusive - Ca' Sagredo Hotel – - Giuliana Bunkeraggi - Latterie Friulane – Moroso – Nautec - Ocean Marine - Officine FVG – Signoretti Vetrerie - SLAM – Termag - Vodafone Italia

PARTNERSHIP

Aicos sicurezza – Birra Castello – Dolomia Acqua – Excelsior Caffè – Giornalfoto – Hafaliana - ID Arts Graphics – Koki print & wear solutions – Over Communication –


EQUIPAGGIO

Furio Benussi – Team Manager; Andrea Straniero – Randa; Matteo Stroppolo – Pit 2; Giulio Giovanella – Prua 1; Jacopo Ciampalini – Trimmer; Ettore Mazza – Prua 2; Alberto Bicci – Carro randa; Massimo Fiorito – Grinder; Nicholas Brezzi – Grinder; Andrea Bussani – Tailer 1; Massimo Signorelli – Grinder; Luca Antonazzi – Grinder; Alberto Rossi – Grinder; Andrea Visentini – navigatore; Bill Newkirk – Pit 1; Reggie Cole – Comandante; Peter Kingsbury – Ing. Sistemi; David Byrne – Sib Trimmer; Edoardo Natucci – Capo Grinder


30/09/2016 18:13:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Riva di Traiano: di Lunatika il primo centro nella "Per2"

Vincono Lunatika (Per2), Ulika (Regata), Twins (Crociera) e Giuly del Mar (Gran Crociera) in una giornata caratterizzata da un grande equilibrio in tutte le classi

Vendée Globe: le spettacolari immagini di Banque Populaire e Hugo Boss alle Kerguelen

Per la prima volta grazie alla Marina Militare francese le fantastiche immagini del Vendée Globe alle Kerguelen uno dei passaggi più a sud e più difficili di questa corsa estrema

RORC Transatlantic Race: Maserati Multi70 a metà percorso

1611 miglia all'arrivo a Grenada per il Team italiano

Matteo italo Ratti nuovo Presidente sezione cantieristica Confindustria Livorno Massa Carrara

Inoltre è stato eletto Graziano Giannetti, Amministratore dell’Azienda Metalquattro di Cecina

Fincantieri: a Sestri al via i lavori in bacino per “Seabourn Ovation”

La seconda di due navi da crociera extra-lusso che Fincantieri realizzerà per la società armatrice Seabourn Cruise Line, brand di Carnival Corporation

Novità 2017 Rio Yachts: Grantursimo 58 S e Spider 40

Più di 55 anni di esperienza producono due modelli sorprendenti per soluzioni, estetica e marinità

Invernale Riva di Traiano: "Tevere Remo Mon Ile" in cerca di conferme

L'equipaggio del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo ha iniziato benissimo il Campionato Invernale e si presenta in acqua domenica 4 dicembre deciso a difendere la leadership in Irc

RORC Transatlantic Race: Maserati Multi70 a 660 miglia dal traguardo

Rush finale fino a Grenada, dove il trimarano italiano è atteso domenica mattina. Soddisfazione per la sperimentazione sul volo in oceano

MSC Seaside, la nave più grande mai costruita in Italia

Primi passi in mare per la "Nave che segue il sole". Ispirata a un elegante complesso residenziale sulla spiaggia. Sarà pronta nel dicembre 2017

Gaetano Mura e Italia, con il vento forte arriva il record di percorrenza in 24 ore

Passato il meridiano di Greenwich, Capo di Buona Speranza è a un passo. In arrivo un fronte con vento a 40-45 nodi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci