giovedí, 26 aprile 2018

AZZURRA

Azzurra mantiene la terza posizione

azzurra mantiene la terza posizione
redazione


Il secondo giorno della Key West Race Week ha proposto condizioni simili a ieri, vento da Sudest tra i 16 e i 20 nodi con onda ripida.
Azzurra ha avuto una giornata più difficile di quanto raccontino i numeri della classifica (3 – 8) che le consentono comunque di restare in terza posizione a pari punti con Bronenosec.
Nella prima prova Azzurra ha un ottimo spunto in partenza a centro linea, regata bene nella prima bolina e gira la boa dietro a Gladiator, a bordo del quale la presenza di Ed Baird alla tattica sta dando i suoi frutti. Le due posizioni di vertice sono rimaste invariate per il resto della prova, quando nell’ultimo lato di poppa Azzurra ha attaccato Gladiator, arrivando quasi a rollarlo. Tuttavia a bordo nessuno si è reso conto che, sottovento all’enorme gennaker, un J 111 saliva di bolina con diritto di rotta. Pur evitando la collisione tra gli scafi, il gennaker A2 si è strappato strisciando l’albero del monotipo. In pochi secondi Azzurra è passata da un probabile primo posto al terzo, a beneficio di Provezza, giunta seconda. La 52 Super Series dovrebbe poter sempre contare su un campo di regata dedicato, senza altre classi a incrociare le rotte. Per Azzurra il danno è stato duplice, perché il gennaker A2, ideale per queste condizioni, non ha potuto essere utilizzato nella regata successiva.
Azzurra ha successivamente proseguito la sua serie di ottime partenze. Nella quarta prova è partita perfettamente, non altrettanto alcuni concorrenti vicini. Nel trambusto però è stato chiamato OCS anche il numero 02, salvo rettifica del Comitato quando la barca dello YCCS aveva già poggiato e stava rientrando per ripartire. A quel punto la prova è stata interrotta e si è proceduto a una nuova partenza
Azzurra è nuovamente partita bene sul pin, leggermente avanti a Quantum sopravento. La barca americana, rallentata da Azzurra, ha quindi dovuto virare perdendo una posizione a favore di Interlodge, ma trovando poi in centro al campo un canale di pressione che l’ha portata al vertice della flotta. Azzurra ha invece perso l’attimo giusto per virare, rimanendo a sinistra intrappolata da altre barche, mentre il vento ha successivamente avuto una rotazione verso destra. Così alla prima bolina si è trovata settima in una flotta assai compressa senza possibilità di scegliere la tattica e rallentata da un gennaker non ideale per le condizioni di oggi.
Le regate riprendono domani alle ore 11 locali, le 17 in Italia ed è previsto l’inizio delle trasmissioni dal vivo fino al termine dell’evento sul sito www.52superseries.com
 
Hanno detto:
 
Guillermo Parada, skipper: “Ieri ho detto che abbiamo avuto un risultato migliore di quanto meritassimo, mentre oggi penso sia avvenuto il contrario. Mentre stavamo lottando per il primo posto nell’ultima poppa della prima prova, non abbiamo visto un J111 risalire di bolina in rotta di collisione con noi. Abbiamo quindi dovuto scontare un 360° di penalità e avere il nostro gennaker strappato, perdendo una posizione se non due, chiudendo terzi. La cosa peggiore è che questo ha compromesso anche la regata successiva, essendo l’unico A2 che avevamo con noi”.
 
“Nella seconda prova siamo partiti benissimo, ma ci hanno chiamato come partenza anticipata. Mentre rientravamo il Comitato ha realizzato che non eravamo noi in anticipo, così la prova è stata annullata. Peccato davvero, perché eravamo nettamente al comando. Siamo nuovamente partiti bene, ma senza la vela di poppa giusta eravamo molto lenti in quell’andatura e abbiamo pagato molto nel traffico con le altre barche. A un certo punto eravamo quasi ultimi ma abbiamo combattuto prendendo qualche rischio. Adesso siamo a cinque punti dal primo con ancora sei prove da disputare, siamo contenti della barca e guardiamo ai prossimi tre giorni”.
 
Vasco Vascotto, tattico: “Oggi potremmo essere qui a celebrare una giornata fantastica, invece ci troviamo a commentare quello che è andato storto. Tuttavia sono contento e fiducioso per il prosieguo, la barca va bene e oggi sono capitate una serie di sfortune tipiche da giorno 17. Meglio pagare qualcosa all'inizio che ritrovarsi alla fine a maledire la sfortuna, abbiamo davanti ancora una stagione di regate.
Nella prima prova stavamo per rollare Gladiator al comando, ma non avevamo visto un J 111 che saliva di bolina con diritto di rotta. Collisione evitata per un soffio, ma il nostro gennaker si è rotto sul loro albero e abbiamo dovuto fare la penalità. Da quasi primi a terzi, e abbiamo pure limitato i danni”.
 
“Nella seconda prova siamo partiti benissimo, ma il Comitato ha deciso di annullare perché c'erano barche in OCS e avevano chiamato il nostro numero di prua sbagliato. Siamo ripartiti nuovamente bene, appaiati a Quantum, lo abbiamo costretto a virare. Peccato però che abbiamo perso il momento giusto per virare noi. La beffa è stata che Quantum è andato a vincere mentre noi siamo rimasti intruppati nel traffico per tutta la regata senza poter recuperare. Ma ripeto, mi sento tranquillo”.

52 SUPER SERIES
2017 Quantum Key West Race Week standings after four races.
1 Platoon (GER) Harm Müller-Spreer (GER) 1,1,6,6 14pts
2 Quantum Racing (USA) Doug DeVos (USA) 3,7,4,1 15pts
3 Azzurra (ITA) Alberto and Pablo Roemmers (ARG) 6,2,3,8 19pts
4 Bronenosec (RUS) Vladimir Liubomirov (RUS) 7,4,5,3 19pts
5 Provezza (TUR) Ergin Imre (TUR) 8,9,2,2 21pts
6 Rán Racing (SWE) Niklas Zennström (SWE) 4,6,9,4 23pts
7 Sled (USA) Takashi Okura (USA) 2,5,8,11 26pts
8 Interlodge (USA) Austin & Gwen Fragomen (USA) 5,8,11,5 29pts
9 Gladiator (GBR) Tony Langley (GBR) 10,10,1,9 30pts
10 Alegre (GBR) Andy Soriano (USA) 11,3,7,10 31pts
11 Paprec Recyclage (FRA) Jean-Luc Petithuguenin (FRA) 9,11,10,7 37pts


18/01/2017 09:49:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Francesca e Giovanna, facce da Mini

La Marina Militare e l'Aeronautica militare hanno affidato i loro colori a due ottime veliste come Giovanna Valsecchi e Francesca Komatar

Luise Group: nuovi uffici a Portofino, Viareggio, Capri e Castellammare di Stabia

Il viaggio partito da Napoli nel 1847 della famiglia Luise continua dunque nei porti più importanti al mondo, con l'apertura di nuovi uffici e creando addirittura a Napoli nuovi dipartimenti tecnici

“Una Vela Senza Esclusi” diventa una tappa del progetto Sailing For Health

Tante le novità di questa edizione, a partire dalla flotta che accanto alle Azzurre 600 vedrà sfidarsi anche le nuove Hansa 303, imbarcazioni affidate dal Panathlon Club Palermo alla L.N.I. e finalizzate alla formazione atletica dei ragazzi diversabili

A Brenzone i monotipi d'acqua dolce

Nella flotta dei Dolphin vince proprio il detentore del titolo tricolore, "Fantastica" della sorelle Navoni della Fraglia Desenzano, scafo condotto da Davide Bianchini (Canottieri Garda) con ben 4 primi posti su 6 manche

VOR: Scallywag è arrivato, oggi la Itajaì In-Port Race

Scallywag è arrivato nel porto di Itajaì dopo un lungo viaggio dal Cile, e affronta una corsa contro il tempo per poter prendere parte alla ottava tappa. Gli altri sei team invece si preparano per la Itajaí In-Port Race di oggi

La Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

600 imbarcazioni, 1000 regatanti e 9 circoli velici impegnati in 15 classi di regate

Ieri Norwegian Cruise Line ha preso in consegna la Norwegian Bliss

La nuova nave di Norwegian Cruise Line debutta in Europa prima di iniziare il suo tour inaugurale intorno agli Stati Uniti. La cerimonia ufficiale di battesimo si terrà a Seattle, nello Stato di Washington

La Regata dell'Accademia Navale

Alla gara, che sarà valida anche come tappa di qualificazione per la regata “Madeira Race 950”, possono partecipare le imbarcazioni d’altura Maxi, IRC/ORC e 9.50

Lab Boat: navigare con la scienza

Lunedì a Cagliari laboratori didattici per le scuole e seminari per il pubblico

Senza vento la Bolina è più Lunga

Difficoltà in partenza per la Lunga Bolina, che ha sofferto per un vento latitante per quasi tutto il percorso

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci