martedí, 17 ottobre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

volvo ocean race    porti    vele storiche    altura    j24    classi olimpiche    nautica    minitransat    guardia di finanza    gc32    windsurf    regate    soling    trophy    melges 40   

NAUTICA

Azimut Yachts vince 4 premi agli World Yachts Trophy

azimut yachts vince premi agli world yachts trophy
redazione

Organizzato dalla rivista francese Yachts France nell’ambito dello Yachting Festival di Cannes 2017, il premio World Yachts Trophy è tra i più importanti riconoscimenti del settore nautico.
La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 16 settembre nella suntuosa cornice dell’Hotel Carlton di Cannes. Il Cannes Yachting Festival, primo appuntamento internazionale della stagione nautica 2017/18, si conclude per il Cantiere italiano con un vero trionfo, a testimonianza dell’apprezzamento per l’innovazione e la qualità dei modelli, dopo che già il mercato li ha accolti più che favorevolmente.  Inoltre, in aggiunta ai quattro premi, in occasione del 40° anniversario del Salone di Cannes gli organizzatori hanno consegnato al Cantiere un prestigioso riconoscimento, per essere stato presente al boat show fino dalla sua fondazione e per essere ancora uno dei principali espositori.
L’Azimut 60 è stato insignito del premio "MIGLIOR LAYOUT" (Best Layout Trophy) nella categoria di imbarcazioni dai 50' agli 80'.   
Magistrale lavoro di collaborazione tra il designer degli esterni Stefano Righini e l’Architetto Achille Salvagni che ha curato gli interni, il risultato è uno yacht unico con soluzioni totalmente innovative. La dinette regala una visuale sul mare senza precedenti grazie al ribassamento laterale della falchetta e alla finestratura a tutta altezza. Oltre che come zona pranzo, quest’area può essere utilizzata anche come seconda zona lounge grazie anche al tavolo up/down. Sottocoperta l’Azimut 60 propone un layout a tre cabine e tre bagni, con uno stile mutuato dall’home design, la cabina armatoriale posta a centro barca a tutta larghezza si distingue per elementi di design fortemente caratterizzanti, pezzi unici sospesi, che proseguono il gioco di linee sinuose degli altri ambienti, pur mantenendo un elevatissimo livello di storage.
Il management Azimut Yachts riceve il premio durante la serata di Gala
L’Azimut Grande 27 Metri, conquista il premio come “MOST ACHIEVED TROPHY” nella categoria dagli 80’ ai 125’.
Disegnato dall’abile mano di Stefano Righini, questo superyacht wide body dal concept unico armonizza perfettamente linee filanti con volumi senza confronto nel proprio segmento. La prua verticale e le ampie finestrature a tutta altezza, che salgono dallo scafo alla sovrastruttura, conferiscono all’imbarcazione un carattere sportivo e graffiante e ne costituiscono il segno grafico distintivo. L’Azimut Grande 27 Metri presenta il concept unico in questa categoria di un wide body che ospita sul main deck la cabina armatoriale e offre la possibilità di avere cinque cabine, caso pressoché unico su imbarcazioni di queste dimensioni. L’impiego esteso della fibra di carbonio, di cui il cantiere Azimut è stato precursore in tutte le sue collezioni, consente infatti di aumentare gli spazi senza incrementare il peso dell’imbarcazione e garantisce migliori prestazioni e un comfort di bordo senza precedenti. In pura fibra di carbonio sono realizzati hard top, roll-bar, flydeck, sovrastruttura e lo specchio di poppa mentre la coperta è in ibrido vetro carbonio.
L’Azimut Grande 35 Metri, ha trionfato ottenendo il premio come “MIGLIORE INTERIOR DESIGN” (Best Interior design Trophy) nella categoria dagli 80’ ai 125’.
Ulteriore conferma per la flagship del Cantiere, il 35 Metri widebody, in cui le forme degli interni creati da Salvagni creano ambienti sofisticati che codificano il nuovo tema del benessere all'insegna della calma e della sofisticatezza. Tra gli elementi che ne fanno un capolavoro di interior design troviamo la cabina armatoriale sul main deck, caratterizzata da una sensazione di apertura e di leggerezza nella quale il grande letto posto al centro dello spazio diventa elemento centrale e perno di rotazione dell'intero volume. Fiore all’occhiello della cabina dell’armatore è una terrazza privata unica, che non ha eguali sul mercato dei 35 metri. Grazie a un meccanismo molto sofisticato, la porzione della finestratura a tutta altezza con telaio in fibra di carbonio si abbassa perpendicolare alla falchetta, mentre da sotto il pavimento della cabina fuoriesce il piano del terrazzo protetto da candelieri che escono automaticamente; si apre così l’Instant Balcony: nessun montante, nessun ostacolo visivo al panorama offerto dalla suite armatoriale.
Il nuovo Azimut S7
Infine l’Azimut S7, il nuovo nato della collezione sportiva del cantiere, si è aggiudicato il premio “BEST TECHNOLOGY EVOLUTION”.
Stefano Righini continua ad innovare la collezione S, con linee sempre più sportive e che esaltano lo stile e al contempo gli spazi. Layout innovativo, materiali ricchi e decor inusuale firmato da Francesco Guida rendono questo yacht un vera novità nel settore. Fibra di carbonio e tripla motorizzazione Volvo IPS assicurano dimensioni e performance senza precedenti, oltre alla fuel efficiency più alta del mercato. Grazie alla fibra di carbonio, utilizzata sulla sovrastruttura e sulla piattaforma pivotante, l’Azimut S7 è l’unica barca del suo segmento a garantire spazi così ampi e altezze di 2 metri sia sul main deck che sul lower deck.
Questo premio è un ulteriore riconoscimento agli investimenti in tecnologia e Ricerca & Sviluppo fatti dal cantiere, compreso un forno di post-curing per la lavorazione della fibra di carbonio nello  stabilimento di Avigliana.


18/09/2017 18:31:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Fincantieri consegna gli ultimi due OPV alla Guardia Costiera Del Bangladesh

“Urania” e “Danaide” dismesse dalla Marina Militare sono state convertite

Mini Transat: Lipinski il migliore. Buona la prova di Beccaria ed "intrigante" la velocità di Fornaro

Vincono Ian Lipinski tra i Proto e Valentin Gautier tra i Serie. Beccaria 6° nei Serie e Fornaro 16° nei Proto per una scelta tattica eccentrica ma con un'ottima velocità media

Iniziativa di BCsicilia per ricordare i naufraghi della Loreto

La nave degli schiavi affondata a Isola delle Femmine

Germania sul podio con Ungheria e Italia

Gli azzurri di ITA 212 Puthod-Benedetti-Kostner del Circolo Vela Bellano, i quali nonostante avessero iniziato alla grande con due primi posti nelle prime due regate di venerdì, alla fine hanno ceduto agli avversari

Sul Garda la 65° Regata dell'Odio tra Salò e Gargnano

Star Fighter-Docktrime” e l’ufetto “Escopazzo” i primi sul Garda nel 65° Trofeo dell’Odio-3 Campanili

A Serenity e Strale la Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico 2017

Entrambe le imbarcazioni hanno bissato il successo già ottenuto nel 2016

Conftrasporto, porti: bene la riforma ma troppa burocrazia

Secondo il presidente di Conftrasporto Uggè, in Italia, nonostante le possibilità operative offerte dal nuova legge, "c'è ancora troppa burocrazia e tutto ciò sta producendo un rallentamento complessivo nel traffico merci"

Spirit of Portopiccolo e Ca' Sagredo Hotel conquistano la Venice Hospitality Challenge 2017

Spirit of Portopiccolo continua infatti a conservare e incrementare la propria imbattibilità inanellando il terzo successo consecutivo dopo le vittorie al Trofeo Bernetti e alla Barcolana

Spagna pigliatutto al The Nations Trophy

Bene l'Italia al secondo posto nella classifica per nazioni e sul podio di tutti e tre i campionati

La Germania allunga il passo nella classifica per nazioni del The Nations Trophy

La Spagna continua a guidare la classifica del The Nations Trophy, a un solo giorno dal termine dell'evento.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci