mercoledí, 25 aprile 2018

ROMA PER 1/2/TUTTI

Andrea Fantini vince in solitario, Ciccio Manzoli-Leonardo Servi in doppio

andrea fantini vince in solitario ciccio manzoli leonardo servi in doppio
redazione

Dopo una cavalcata straordinaria, Andrea Fantini su "Enel Green Power" ha tagliato il traguardo di Riva di Traiano alle ore 16:58:16 di venerdì 13 aprile. Per lui una doppia soddisfazione: quella di aver vinto la Garmin Marine Roma per 1, e di essere arrivato secondo assoluto, preceduto solamente dalla corazzata "Endlessgame" del Red Devil Sailing Team che in equipaggio è arrivata poco prima della mezzanotte del 12.
Nella scia di Fantini sono arrivati dapprima le tre barche che stavano combattendo per il podio nella Roma per Tutti, e poi i tre equipaggi in doppio che hanno combattuto un fantastico match race praticamente per 535 miglia. 
Il secondo posto nella Garmin Marine Roma per Tutti (ed il terzo assoluto) è andato a Vai Mo' , 
J122 di Alberto Costella, arrivato alle 17:46:50, seguito da O' Guerriero, Comet 41S  di Anna Maria Gallelli, arrivato alle 17:46:58, e da Muzika2, X442 di Simone Taiuti, che ha tagliato il traguardo alle 17:48:18. 
E' stata poi la volta dei tre equipaggi della Roma per 2, con Leonardo Servi e Ciccio Manzoli (Scricca) che, alla fine, sono riusciti a prevalere (18:00:14) in tempo reale su Alberto Bona e Oris D'Ubaldo (Aigylion, 18:08:11) ) e su Marco Paoluci e Lorenzo Zichichi (Libertine, 18:35:47)

Andrea Fantini, Enel Green Power
"E' andata bene. E' stato come sempre in Mediterraneo, con tanto traffico in mare. Ho dormito pochissimo ma penso che sia stato così per tutti. Da parte mia ho fatto più o meno quello che mi ero prefisso di fare. La barca è una buona barca, veloce, e mi sento di aver fatto il mio dovere. Sono secondo dietro Endlessgame ed è giusto così. Loro sono grandi, veloci e sono intanto. In verità i nostri sono quasi due sport diversi. Sono contento di aver portato a casa questa vittoria anche per l'organizzazione del CNRT. La parte più difficile della regata è stata la risalita. Quando sei da solo, i momenti più difficili sono quando c'è bonaccia, perché non puoi lasciare il pilota che funzioni e devi stare al timone. Magari non hai nemmeno dormito. Dopo Lipari ho avuto un po' di crisi e anche qualche problema con il pilota. La partenza, invece, nonostante il mare ancora formato, è stata tranquilla. Anzi, la prima notte è stata quella in cui ho dormito di più. Quando c'è vento e la barca va da sola stai più tranquillo. E' la bonaccia che è estenuante." 

Leonardo Servi, Scricca
"Questa regata è iniziata con l'attesa di questa partenza rimandata per oltre 30 ore che alla fine è arrivata ed è stata bellissima, di sera, quasi al tramonto, con  anche uno squarcio di sole che ha illuminato la partenza. Se avessimo preso il via puntualmente saremmo andati incontro ad un vento molto forte e di bolina. E viste le modifiche a bordo di Scricca, gestirla nei cambi di vele in due sarebbe stato un po' complicato. Abbiamo fatto la partenza di bolina e siamo arrivati velocemente a Ventotene. Dopo è stato un bel percorso, ma abbiamo avuto tanti groppi, con pioggia, nuvole, che hanno modificato un po' il vento rispetto alle previsioni. Poi siamo arrivate alle Eolie, e non le avevo mai viste così, con le nuvole e la nebbia: sembrava di essere in Inghilterra. Il passaggio di Lipari è sempre complicato e, con l'uscita di notte, non riuscivamo a vedere le ariette sull'acqua. Alla fine  siamo ripartiti di poppa sempre insieme ad Alberto Bona e Oris D'Ubaldo e siamo arrivati insieme fino al traguardo, contentissimi della nostra vittoria in tempo reale".


13/04/2018 20:58:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

North Sails invela il Farr 400 Freccia del Chienti

Ad occuparsi del progetto vele è stato Stefano Schiaffino del team North Sails che, su mandato di Paniccia, ha sviluppato un set completo, pensato per coprire qualsiasi regime di vent

Francesca e Giovanna, facce da Mini

La Marina Militare e l'Aeronautica militare hanno affidato i loro colori a due ottime veliste come Giovanna Valsecchi e Francesca Komatar

Marina Cala de' Medici, rimettiti in forma con Ego e Volvèr

È un’attività aperta a tutti, è sufficiente iscriversi

Luise Group: nuovi uffici a Portofino, Viareggio, Capri e Castellammare di Stabia

Il viaggio partito da Napoli nel 1847 della famiglia Luise continua dunque nei porti più importanti al mondo, con l'apertura di nuovi uffici e creando addirittura a Napoli nuovi dipartimenti tecnici

Evo Yachts torna negli USA per il Newport Boat Show

Prossima tappa: Newport Boat Show. Dal 19 al 22 aprile Il cantiere partenopeo sarà presente a uno dei saloni più attesi della stagione grazie alla nuova partnership con Walter Johnson Yachts

Campionato Italiano per Club 2018: al via la 1ª tappa di selezione

L'evento è organizzato dal Circlo Vela Antignano insieme all’Accademia Navale di Livorno e farà parte del programma velico della celebre “Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

A Brenzone i monotipi d'acqua dolce

Nella flotta dei Dolphin vince proprio il detentore del titolo tricolore, "Fantastica" della sorelle Navoni della Fraglia Desenzano, scafo condotto da Davide Bianchini (Canottieri Garda) con ben 4 primi posti su 6 manche

VOR: Scallywag è arrivato, oggi la Itajaì In-Port Race

Scallywag è arrivato nel porto di Itajaì dopo un lungo viaggio dal Cile, e affronta una corsa contro il tempo per poter prendere parte alla ottava tappa. Gli altri sei team invece si preparano per la Itajaí In-Port Race di oggi

Milano, oltre 150 Marinai d’Italia al 50esimo anniversario del loro monumento

la cerimonia dell’Alzabandiera Solenne con i “fischi del Nostromo”, accompagnata dall’esecuzione dell’Inno Nazionale suonato dalla Banda della Polizia Locale

La Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

600 imbarcazioni, 1000 regatanti e 9 circoli velici impegnati in 15 classi di regate

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci