lunedí, 27 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

classi olimpiche    fraglia vela riva    altura    regate    press    derive    seatec    turismo    formazione    barcolana    suzuki    cala de medici    vela oceanica   

GAETANO MURA

Alle 05:20 di oggi Gaetano Mura e Italia hanno passato la linea di Gibilterra

alle 05 20 di oggi gaetano mura italia hanno passato la linea di gibilterra
redazione

Come previsto, alle 22 di mercoledi 26 ottobre, Gaetano Mura a bordo di Italia, la barca a vela (Class40 da 12 metri) con i colori nazionali e il logo dell'ENIT (Ente Nazionale Italiano per il Turismo) ha mollato gli ormeggi da Puerto Banùs, il porto spagnolo dove Italia è rimasta ormeggiata qualche giorno, dopo la partenza del 15 ottobre da Cagliari, per portare a termine le procedure burocratiche legate all'omologazione del record relativo al giro del mondo Gibilterra-Gibilterra, Dal porto vicino Marbella, prua verso la linea di partenza della circumnavigazione del globo con Italia: il passaggio a Sud del Trinity Lighthouse, il faro di Europa Point, sull'estremità della rocca di Gibilterra. Il taglio della linea che segnala lo start di Solo Round the Globe Record, il nome del progetto che vede protagonisti Gaetano Mura e Italia, è avvenuto all'alba di giovedi 27 ottobre, esattamente alle 05:20 ora italiana. 

Nella mattinata di ieri si erano concluse tutte le procedure burocratiche relative all'omologazione del tentativo di record. Il lavoro si è svolto nel pieno rispetto delle procedure, come ha confermato John Puddifoot, commissario del World Sailing Speed Record Council  (WSSRC): "Il nostro lavoro è andato benissimo, abbiamo trovato la barca in perfetto stato, a bordo tutto è a posto, e abbiamo potuto installare anche i nostri strumenti, che conserveranno tutte le informazioni relative alla rotta della barca grazie alla collaborazione di Gaetano e del suo team." Il tecnico del prestigioso ente certificatore internazionale sulla base della sua esperienza con altri navigatori e velisti ha  voluto sottolineare che  "Gaetano a poche ore dalla partenza è in splendida forma, ottimo spirito e determinazione, credo sia nella condizione migliore per partire per un' impresa difficile e impegnativa come questa." 

Ed ecco i saluti in banchina del navigatore di Cala Gonone, località marina della costa orientale della Sardegna, determinato e in ottima forma per affrontare l'impresa: "Sto bene, sono riposato e nel giusto equilibrio tra tranquillità e tensione prima della partenza. Anche se tecnicamente è una seconda partenza, per me è un po' come se fosse la prima. L'obiettivo resta quello espresso a Cagliari: girare il mondo a vela, vivere il sogno”.  Sempre più vicino.  ”Qui a bordo ci sono tutti, il team, mia moglie, lo staff di 1off, e siamo contenti che anche John, il commissario del WSSRC, abbia confermato l'eccellente stato di preparazione della barca. Ho ricaricato un po' di viveri freschi che nel frattempo avevo consumato, e tra poco mollo gli ormeggi. Le condizioni meteo sono buone, a Gibilterra domattina avremo vento, più il mare della corrente contraria. Saluto e abbraccio tutti, ci vediamo nei diari da bordo di Italia!" 

Una volta superato lo stretto ed entrati in oceano con la prua verso le Isole Canarie, Italia ha preso velocità e, dopo aver costeggiato la costa europea ha guadagnato miglia verso in oceano. Confermate intanto le previsioni del routier meteo dello skipper, il meteorologo Andrea Boscolo: un paio di giorni tra temporali e colpi di vento per il passaggio di una depressione. Solo dopo aver lasciato a destra le Canarie, nella giornata di domenica, Italia finalmente troverà tempo più stabile, e andrà alla ricerca degli Alisei favorevoli.


27/10/2016 10:33:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

Edd China lascia Affari a 4 Ruote

a nuova produzione americana (Velocity Channel) gli aveva chiesto di non effettuare tutte le riparazioni per risparmiare tempo e soldi. "Questa nuova direzione non mi trova d'accordo, perché penso che venga compromessa la qualità del mio lavoro".

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Marina Cala de’ Medici diventa ora anche palestra di preparazione

Palestra di preparazione per gli armatori che hanno di recente acquistato i loro Mylius e si accingono alle prime prove in mare di regata, in attesa dei prossimi appuntamenti a livello italiano, europeo e mondiale

Tavola rotonda al Porto Marina Cala de’ Medici con l’Assessore regionale Stefano Ciuoffo

Temi cardini integrazione Porto-territorio e del prossimo salone di Viareggio

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

Regata Nazionale 420: prima giornata a secco di vento

Il ricordo per il giudice e arbitro di regata Flavio Marendon

Comandanti e designer al Seatec 2017

Alla 15° edizione due delegazioni di comandanti di grandi yacht e di designer, s’incontrano con le aziende espositrici su tematiche comuni e dedicate

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci