mercoledí, 24 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

starr    guardia costiera    nave italia    benetti    confitarma    fincantieri    regate    melges 24    ostar    j/70    calvi network    optimist    laser    fraglia vela riva    alinghi    america's cup    hobie cat16    mare    press   

ALTURA

34° Transadriatica dal 1 al 4 giugno

34 176 transadriatica dal al giugno
redazione

Immancabile si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la Transadriatica, la tradizionale regata d’altura in notturna organizzata dal Diporto Velico Veneziano che unisce le due sponde dell’Adriatico, la costa veneta e quella croata, Venezia e Cittanova d’Istria (Novigrad), in una manifestazione capace di coniugare sport e festa. La regata, ormai alla 34° edizione, è articolata in due tappe, la prima con partenza la sera del 1 giugno a sud della bocca di porto del Lido, la seconda la sera del 3 giugno da Cittanova. La manifestazione velica è stata presentata questa mattina a Ca’ Farsetti dall’ assessore comunale al Turismo Paola Mar, dal presidente del Diporto Velico Veneziano Michele Giorgiutti, dal direttore all’Altura Jacopo Trevisan, e dalla direttrice per il Turismo di Cittaova d’Istria, Vesna Ferenac.

«L’auspicio è che l’edizione della Transadriatica quest’anno sia aiutata da condizioni meteo favorevoli, cosa che lo scorso anno non è successa, tra una partenza caratterizzata da pioggia, fulmini e forte vento di bora, e una tappa di rientro contraddistinta dalla bonaccia – spiega il presidente Giorgiutti – quest’anno confidiamo in condizioni meteo ideali che favoriscano un’ampia partecipazione». «Siamo alla 34° edizione, la Transadriatica si conferma un appuntamento ormai storico che rappresenta l’unione tra le due sponde dell’Adriatico, quella veneziana e quella istriana».

«È una regata poco tecnica ma per marinai, in cui ci si confronta con la notte in mare, con i timori della navigazione notturna – dice Trevisan - e solo alle luci dell’alba si potrà capire in quale posizione si è piazzati».

«Oltre all’aspetto sportivo questa manifestazione ci fa riflettere anche sul legame che lega le due città –commenta Mar – siamo lieti di condividere con Novigrad o Cittanova la tradizione marinaresca. È innegabile l’esistenza di relazioni tra queste due città e l’auspicio è che diventino ancora più saldi. La regata parte dall’Arsenale, e non ci sarebbe miglior luogo da cui partire».

Per Cittanova è intervenuta Vesna Ferenac: «Ringraziamo il Comune di Venezia e il Diporto Velico, circolo con il quale si è creata un’amicizia che mi auguro prosegua anche nelle generazioni che verranno. La Transadriatica sia per tutti occasione di venire a Cittanova dove in quei giorni sarà protagonista la capasanta con una serata all’insegna di gastronomia e musica».

La regata

Il ritrovo per tutti gli equipaggi è nella darsena grande dell’Arsenale l’1 giugno alle 17 per il briefing seguito da un rinfresco. Verso sera le barche lasceranno i gavitelli dell’Arsenale a motore per radunarsi a sud della diga di Lido San Nicolò pronte per segnale di avviso alle 20.30. Dopo un countdown di 5 minuti le imbarcazioni navigheranno verso nord fino all’area marina protetta al largo di Bibione Pineta le cui boe dovranno essere lasciate a destra, per poi dirigersi in direzione dell’arrivo tra la diga di Cittanova e una boa arancio. Dopo una notte e un’alba in mare i regatanti saranno accolti a Cittanova da una città in festa tra la tradizionale sagra del paese e un torneo di bocce.

Terminata la festa si torna in barca per la seconda tappa con partenza dalla diga di Cittanova. Il segnale di avviso è sabato 3 giugno alle 20.30 e il percorso è lo stesso dell’andata ma in senso inverso: stavolta le boe che delimitano l’area protetta al largo di Bibione Pineta dovranno essere lasciate a sinistra. L’arrivo è tra le dighe del Porto di Venezia.

Il bando di regata completo è su sito www.dvv.it

Classifiche e premi

Le classifiche sono stilate per categoria, in base alla lunghezza dello scafo. Si correrà in tempo reale e non verranno dunque applicati sistemi di compensazione. A Cittanova dopo la cena saranno premiati i vincitori della prima tappa per ciascuna categoria, e sarà assegnato l’annuale Trofeo Marco Boem alla prima imbarcazione iscritta a uno dei circoli della laguna veneziana che arriva a Cittanova. La coppa verrà assegnata definitivamente nel caso in cui un’imbarcazione la vinca la tappa per tre anni di fila: lo scorso anno l’ha persa per un soffio Chiaro di Luna del Circolo Nautico Chioggia che dopo due vittorie è stata sconfitta da Albatravel di Pierfrancesco Dal Bon (Dvv). A Venezia invece ci sarà la premiazione finale. I premiati quest’anno riceveranno come trofeo una barca a vela stilizzata in ottone. 

La storia

La Transadriatica si è corsa per la prima volta nel 1983 come regata in solitario. Dopo un’edizione particolarmente difficile dovuta alle cattive condizioni meteo, è stata trasformata in regata in equipaggio. Nei primi anni Duemila è stato modificato il percorso abbandonando Cittanova per Orsera e Porto Rose. Solo da un pochi anni la regata è tornata alle origini tra la gioia degli abitanti di Cittanova che ogni anno preparano ai regatanti una festosa accoglienza.

 


03/05/2017 20:32:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cinquecento, la faccia dura dell'Adriatico

La Cinquecento X2 e XTutti è la grande vela d’altura del Circolo Nautico Santa Margherita

Firmato da Marina Cala de' Medici il protocollo di insediamento per le aree di crisi di Livorno e Piombino

Due accordi di programma tra Governo nazionale, Regione Toscana ed Enti locali relativi a progetti industriali finalizzati a garantire nuova occupazione nella aree di crisi industriale della fascia costiera

Friuli: l'adrenalina pura della "Caccia al Tonno Rosso"

In Friuli dal 16 giugno inizia la stagione della pesca al tonno rosso, un Big Game che si pratica in alto Adriatico dal 1970. E per chi ama la fotografia subacquea i fondali di Lignano saranno una scoperta incredibile

La Fraglia Vela Riva con il progetto FIV-MIUR VelaSCUOLA

In pieno svolgimento alla Fraglia Vela Riva il progetto della Federazione Italiana Vela “VelaScuola” Kinder + Sport, che fa conoscere la vela a centinaia di ragazzi

Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme nel brand "Alto Adriatico"

L’idea è di unire le forze per presentare all’estero le spiagge delle due regioni sotto un unico brand ispirato all’area geografica di appartenenza: l’Alto Adriatico

Mare: allarme plastica

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili?

Riva di Traiano - La Maddalena: parte il 2 giugno la 1000 Vele per Garibaldi

125 miglia di traversata e due regate costiere nell'arcipelago de La Maddalena

Ad Eraclea gli atleti Optimist del Circolo della Vela Mestre con Giovanni Grandi sul gradino piu’ alto del podio

Quasi 60 ragazzini, di cui 25 Juniores e 34 Cadetti, si sono sfidati nelle acque di Eraclea con un vento molto difficile, instabile e in continua rotazione verso destra, di intensità iniziale di 7 nodi e provenienza da Nord Est nella prima prova

Tutto pronto per l'Audi - Italian Sailing League

La prima selezione del 2017 organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda, si svolge a Porto Cervo: dodici gli equipaggi al via

Il Circolo Canottieri Aniene vince l'Audi - Italian Sailing League

Al secondo posto il Circolo Velico Ravennate e ottimo esordio da terzi per il Centro Velico 3V

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci